Ti trovi in:

Home » Progetti » Progetto PLUS

Progetto PLUS

Immagine decorativa

PROGETTO PLUS 

Il Comune di Bassano del Grappa ha aderito al progetto di cooperazione territoriale europea denominato "PLUS" (Public Lighting for Sustainable Urban Spaces) che promuove lo sviluppo e la diffusione a livello comunitario di una corretta ed innovativa pianificazione della pubblica illuminazione. La proposta puntualmente elaborata e presentata dalla città di Eindhoven, in collaborazione con i partner europei tra cui Bassano, è stata vagliata da una commissione comunitaria.

Il PLUS, i cui costi sono sostenuti dall'Unione Europea per il 75% e dal Ministero dell'Economia, per il restante 25%, nell'ambito del "Programma di Cooperazione Interregionale" denominato Interreg IVc, si propone attraverso seminari, conferenze, linee guida, scambio di informazioni e "best practices", di analizzare, promuovere e capitalizzare le pratiche più affinate e le ultime tecnologie sul risparmio e l'efficienza energetica attualmente esistenti nel settore dell'illuminazione. Il Comune di Bassano nell'ambito del progetto PLUS si pone l'obiettivo, promuovendo la sostenibilità, il risparmio  e l'innovazione, di delineare le strategie per redigere un Piano Comunale dell'Illuminazione Pubblica (P.I.C.I.L.) efficiente e sostenibile. Il 13 ottobre 2010 il progetto è stato definitivamente approvato, ed è così partito un piano di lavoro che consentirà alla Città di Bassano Del Grappa di assorbire preziose conoscenze nel campo dell'illuminazione dalle realtà europee più avanzate nel settore e le metterà a disposizione, oltre che del proprio ambito amministrativo, dell'intero territorio veneto. In quest'ottica risulterà determinante il lavoro di partenariato locale con varie entità del territorio, con le quali è allo studio un lavoro congiunto, finalizzato alla redazione del P.I.C.I.L. È bene infine ricordare che Bassano deve sottostare a particolari restrizioni in materia essendo collocato all'interno della fascia di rispetto dell'Osservatorio Astronomico di Asiago.

Premessa

Da una recente stima è emerso che l'energia spesa per l'illuminazione pubblica rappresenta circa il 60% del bilancio totale di corrente elettrica impiegata annualmente da una media città europea. Risulta evidente che qualsiasi riduzione della quantità di energia che può essere ottenuta tramite l'applicazione di moderne tecnologie o innovative strategie di gestione in questo settore possono avere significativi impatti sul totale del fabbisogno energetico e, quindi, sulle emissioni di CO2 in atmosfera.

Ed è proprio a questa importante possibilità di intervento sull'efficienza energetica, per ridurre sia gli esorbitanti costi che gli stati membri sono costretti a sostenere per coprire il fabbisogno energetico sia per contenere le emissioni di CO2 (principale imputato per il gravoso problema del cambiamento climatico), a cui guardano con attenzione le forze politiche a livello comunitario e livello locale.

Tuttavia anche se sono molteplici i dibattiti e le politiche quotidianamente proposte per affrontare l'annoso problema energetico, nel predisporre il progetto PLUS è stato valutato che il ruolo dell'illuminazione pubblica continui ad essere profondamente sottostimato e che sia pertanto necessario mettere a punto un approccio strategico, avanzato ed integrato, in grado di produrre risultati concreti. La forte convinzione che permea il progetto, che sta alla base della sua promozione da parte del "lead partner" (città promotrice) Eindhoven, è che le autorità politiche, comunitarie e locali, abbiano ampi margini e possibilità di intervento.

Interreg IVC

LUCI

PLUS in LUCI

Il contesto politico

Nell'ambito del tema del risparmio e dell'efficienza energetica, il progetto PLUS aderisce attivamente agli accordi internazionali sul clima come i protocolli di Kyoto e Copenhagen e gli stessi obiettivi che l'UE si è fissata per il 2020: ridurre del 20% le emissioni di gas a effetto serra, portare al 20% il risparmio energetico e aumentare al 20% la copertura del fabbisogno da fonti...

Gli obiettivi del progetto PLUS

Nel totale rispetto delle indicazioni dell'Interreg IVc – Programma Operativo, il progetto PLUS contribuirà a perseguire gli obiettivi dell'Agenda UE 2020, sulla riduzione delle emissioni di CO2, e quelli riportati nel "Patto dei Sindaci" (Covenant of Major) per rafforzare e potenziare le politiche pubbliche locali e regionali nel campo...

I componenti del progetto PLUS

Il progetto PLUS è suddiviso in tre componenti  C1 Management (Eindhoven): ha il compito di organizzare, dirigere e coordinare il lavoro dei partner nonché di garantire e vigilare sull'effettivo raggiungimento dei risultati. C2 Comunicazione e diffusione (LUCI – Lighting Urban Community International): ha il compito di "disseminare" le buone pratiche che vengono...

Il calendario

Presa visione del contesto, delle peculiarità, delle esperienze accumulate e del livello di efficienza raggiunto da ciascun partner. Sulla base di questa valutazione il Comune di Bassano del Grappa ha selezionati solo gli esempi più interessanti e qualificati a cui intenderà partecipare come Lione, Iasi, Birmingham, Tallinn e Lipsia.

Deep Dive di Lione

Il primo e fondamentale meeting, denominato Deep Dive, tra le città aderenti al progetto PLUS è organizzato dalla Città di Lione (23-25 Maggio 2011). Il capoluogo della Regione francese del Rodano-Alpi, terza città transalpina per numero di abitanti, mette a disposizione del progetto PLUS la propria esperienza in materia di efficienza energetica applicata all'illuminazione pubblica...

Pubblicato: venerdì, 18 novembre 2011 - Ultimo aggiornamento: martedì, 12 marzo 2013