Ti trovi in:

Home » Comunicazione » Notizie » Operaestate Festival 2013

Immagine decorativa

Operaestate Festival 2013

Operaestate Festival Veneto presenta la sua XXXIII edizione: 38 città coinvolte, oltre 300 serate di spettacolo in due mesi, vagando tra una pedemontana veneta fertile di luoghi ricchi di arte e di storia.

Il cartellone 2013 racconta di un festival capace di evolversi nel tempo, di intercettare puntualmente la contemporaneità e i suoi mutamenti incessanti. Un oggi complesso da ogni punto di vista, dove riuscire a sviluppare arte e cultura è impresa ardua, che richiede coraggio, impegno e determinazione. Eppure, nonostante il tempo gravoso, si resiste nella consapevolezza dell'importante valore generato a sostegno del capitale creativo e della produzione artistica. Una nuova sfida che guarda al futuro, ai talenti emergenti, che sa intrecciare arte e socialità, pratiche performative e benessere dell'individuo, alla ricerca di inedite prospettive, nuovi punti di vista verso cui volgere uno sguardo finalmente meno smarrito.

BASSANO E LE CITTA’ PALCOSCENICO (il festival diffuso - luglio/agosto)
Bassano, cuore pulsante dell'intero progetto, è un crocevia di linguaggi e percorsi, proposti da artisti e compagnie provenienti da ogni parte del mondo. Per la DANZA quest'anno un importante focus sul Quèbec con l'emergente Virginie Brunelle e una una delle artiste più eclettiche della scena mondiale come Marie Chouniard. In un dialogo ideale tra Canada e Italia la presenza di Virgilio Sieni con “Suites Bach” e in prima nazionale “Naveneva” di Naturalis Labor. Grande tango con Miguel Angel Zotto mentre ad interpretare l'incanto architettonico delle Bolle Nardini di Fuksas tocca ques'anno ai catalani La Veronal con “Siena”, un'affascinante coreografia ispirata al rinascimento italiano. Vanno in scena anche le restituzioni di alcuni tra i cinque progetti assegnati al festival dall'Unione Europea. Per “Act Your Age”, sui temi dell'invecchiamento attivo, da segnalare “Parkin'son” di Giulio D'Anna, emozionante racconto di un figlio danzatore e un padre malato di Parkinson. Per il TEATRO va in scena invece la sezione “Non ci resta che ridere” con la comicità di denuncia targata Ascanio Celestini (“Discorsi alla Nazione”) quella folle di Antonio Rezza (“Fratto_X”) e la trascinante empatia di Natalino Balasso (“Stand up”). Attesa poi per il debutto in prima nazionale di Roberto Citran con “Nel nome del padre” di Claudio Fava per parlare di stato e legalità. Programma denso anche per la MUSICA, intrecciata a doppio filo con l'arte nel progetto“Ekfrasis-storie dell'arte” che oltre al ritorno di Luca Scarlini con due serate inedite, vanta la presenza di un’opera-video firmata da Anagoor e dedicata ad Artemisia Gentilieschi con l’esecuzione dell’orchestra barocca Accademia d’Arcadia. Tra i protagonisti grandi artisti e giovani emergenti da Mario Brunello a Giovanni Andrea Zanon da Lucas Vondracek a Oleg Vereshchagin. Torna anche il “Bassano Jazz Festival” con Terence Blachard, il Trio MediTerre e Tom Harrell. Infine per la lirica d'estate arriva al Castello degli Ezzelini “L’elisir amore” di Donizetti con l’Orchestra di Padova e del Veneto e un cast di giovani e valenti artisti.
Da Bassano il festival si diffonde poi su un territorio compreso da quasi 40 comuni tra le province di Vicenza, Treviso e Padova. Ognuno impegnato a scegliere luoghi di eccellenza per ospitare progetti di spettacolo ambientati e spesso ideati a partire proprio da quei luoghi.

B.MOTION (scena contemporanea festival – agosto/settembre)
B.Motion, vero e proprio festival nel festival, è tutto dedicato al contemporaneo nella Danza e nel Teatro,concentrando in 10 giorni 30 appuntamenti (12 in prima nazionale) con alcuni tra gli artisti più interessanti e originali della nuova scena italiana e internazionale. Molti di essi sostenuti e coinvolti nelle molte progettazioni del CSC/Centro per la scena contemporanea di Bassano, generato dal festival e attivo in programmi di scouting, formazione e sostegno, riconosciuto dall’Unione Europea con l’assegnazione di ben 5 progetti sul programma Cultura. Tra gli artisti presenti Marco D’Agostin, Alma Soderberg, LiaHaraki-.pelma., Alessandro Sciarroni, The Loose Collective, Giorgia Nardin, Julie Nioche, Daria Deflorian e Lotte Van Den Berg, Pathosformel, Fibre Parallele, Teatro Sotterraneo e Babilonia Teatri.

tel 0424 524214 / 0424 519811
prevendite anche on line dal sito www.operaestate.it

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 06 giugno 2013