Ti trovi in:

Home » Comunicazione » Notizie » OperaEstate, inaugura la sezione dell'arte a teatro: originale connubio tra arti sceniche e arti figurative

Alessio Boni

OperaEstate, inaugura la sezione dell'arte a teatro: originale connubio tra arti sceniche e arti figurative

Quando il teatro, la danza e la musica trovano ispirazione nei grandi artisti e nei capolavori che la pittura ci ha consegnato.

Il 20 luglio alle ore 21.20 al Castello degli Ezzelini di Bassano del Grappa saliranno sul palco Gian Antonio Stella e Gualtiero Bertelli per uno spettacolo fatto di musica, immagini e voce recitante che denuncia lo scempio delle bellezze e ricchezze italiche. Un’analisi critica di come il nostro paese si prende cura del suo sconfinato patrimonio artistico condotta dalla narrazione di Gian Antonio Stella e sottolineata dalle musiche Gualtiero Bertelli in “Vandali” (20/7).  Lo spettacolo apre la sezione  “Dell'arte a Teatro”. Si tratta di un originale percorso che collega lo spettacolo dal vivo alle arti figurative e ai suoi più grandi maestri, attraversando come un filo rosso tutta la programmazione di  Operaestate Festival Veneto 2012, il festival promosso dalla Città di Bassano del Grappa con la Regione del Veneto.“Dell'arte a Teatro” riunisce quindi diversi spettacoli in calendario a Bassano, in ambito teatrale, musicale e coreografico.Per il teatro si prosegue con due serate dedicate a grandi pittori come DÜRER,  interpretato dal Teatro dell’Archivolto (24/7) e CARAVAGGIO rivissuto in scena da Alessio Boni (26/7). Infine la scultura del CANOVA verrà evocata dalla poesia francese in un percorso teatral-musicale curato dalla Fondazione Canova (10-11/8 in Gipsoteca a Possagno). Il rapporto tra arti sceniche e arti visive si ripresenta anche nella sezione musica grazie a un progetto curato da Luca Scarlini dal titolo EKFRASIS. STORIE DELL’ARTE:  il ricostruire per tramite del verbo la realtà delle opere d’arte. Accanto a luoghi di devozione appartati, sui colli bassanesi, due racconti accompagnati dal violino di Marcella Campagnaro e dalla chitarra di Alberto Mesirca per altrettante opere centrali nella storia dell’arte: “Lo sposalizio della vergine” di Raffaello presso la Pieve di San Martino (29/7) e “La decollazione di San Giovanni Battista” di Caravaggio all'Eremo di San Bovo (12/8).A completare il programma due appuntamenti di danza contemporanea, settore nel quale il festival vanta una leadership assoluta, decretata dalla vincita di 4 bandi dell'Unione Europea per il Programma Cultura 2007/2013. A questi si aggiunge il PROGETTO BOSCH che coinvolge il festival come partner italiano in una serie di eventi e spettacoli per le celebrazioni del 500° anniversario della morte del celebre pittore olandese. In programma due tra i più interessanti coreografi della scena contemporanea: Chris Haring (17/8), già Leone d’Oro alla Biennale Danza 2007 e l’israeliana Yasmeen Godder (22/8) chiamati ad interpretare con il loro stile inconfondibile opere del grande artista.Arte e bellezza come forma di resistenza culturale, è questo lo spirito alla base di un progetto che mescola forme e generi artistici creando proprio nell'incontro quel cortocircuito che fa di uno spettacolo teatrale, di danza o di un concerto un evento unico e irripetibile.

Prenotazione presso la Biglietteria del Festival in via Vendramini a Bassano: tel. 0424.524214 - 0424 519811
www.operaestate.it

Pubblicato e aggiornato: lunedì, 16 luglio 2012