Ti trovi in:

Home » Comunicazione » Notizie » Il Nabucco di Giuseppe Verdi apre la stagione lirica di Bassano Opera Festival

Lirica 2012

Il Nabucco di Giuseppe Verdi apre la stagione lirica di Bassano Opera Festival

Debutta il 30 novembre la nuove produzioni lirica del Nabucco con l’Orchestra e Coro del Teatro Verdi di Trieste e la regia di Stefano Poda.

Ai blocchi di partenza la nuova Stagione Lirica di Bassano del Grappa, che anche quest’anno mette in calendario due nuove produzioni. Si parte il 30 novembre con il Nabucco di Verdi nella nuova produzione LI.VE (l’accordo che riunisce le città produttrici di lirica del Veneto: oltre a Bassano, Padova e Rovigo)  in collaborazione con l’Orchestra e Coro del Teatro Verdi di Trieste e si prosegue il 27 dicembre con il Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart con l’Orchestra di Padova e del Veneto.

Il Nabucco di Giuseppe Verdi, andrà in scena al PalaBassano venerdì 30 novembre alle ore 20.30 con replica domenica 2 dicembre alle ore 15.30. Dirige il maestro Antonello Allemandi, fra i maestri italiani più apprezzati e presenti nei più importanti teatri d’opera internazionali. Regia, scene, costumi e luci sono affidati a Stefano Poda, “Il mago prodigioso” – intitolava La Vanguardia di Barcellona all’indomani del suo Don Giovanni” - è un talento italiano che ha sviluppatola sua carriera  prevalentemente all’estero, e che solo da pochi anni è presente anche sulle scene dei principali teatri d’opera italiani. Ha al suo attivo più di settanta produzioni, tutte caratterizzate da uno stile inconfondibile, peculiare, visionario, spettacolare, fortemente ancorato al contemporaneo.

Internazionale il cast, a partire da Nabucco, interpretato dal celebre baritono messicano Carlos Almaguer, già ospite al Covent Garden di Londra, al Metropolitan di New York, alla Staatsoper di Vienna e in tutti i più grandi teatri d’opera internazionali, apprezzato per il timbro intenso e specializzato proprio nei principali ruoli verdiani. La soprano rumena  Sorina Monteanu , sarà la schiava Abigaille, anch’essa una bella voce verdiana già apprezzata nel ruolo in molti teatri europei,  mentre il ruolo di Ismaele è affidato al giovane tenore albanese Armaldo Kllogjeri. Sarà invece il basso venezuelano Ernesto Morillo, a ricoprire il ruolo di Zaccaria, gran pontefice degli Ebrei, mentre italiani sono Romina Tommasoni nel ruolo di Fenena, Massimiliano Chiarolla in Abdallo e Silvia Celadin, Anna.

Opera manifesto del nostro risorgimento, capace di tradurre in musica lo spirito nazionale nel senso più nobile del termine, “Nabucco” definisce un modo nuovo di intendere il teatro lirico italiano, più attento alle espressioni individuali, ai grandi quadri e alla storia del passato come strumento per indagare e comprendere meglio le proprie origini. Verdi impone così un modello culturale capace di forgiare generazioni di musicisti e di cittadini. E’ questa la grandezza di una partitura che mostra ancora ai nostri giorni un’incredibile attualità.

Il secondo appuntamento sarà invece l’espressione massima del genio mozartiano il Don Giovanni di Wolfgang Amadeus Mozart, in una nuova produzione con l’Orchestra di Padova e del Veneto  in scena al PalaBassano venerdì 27 dicembre alle ore 20.30 e in replica domenica 30  dicembre alle 15.30

Informazioni e prenotazioni presso la Biglietteria del Festival a Bassano del Grappa
tel. 0424 524214
www.operaestate.it

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 15 novembre 2012