Ti trovi in:

Home » Comunicazione » Notizie » Convegno “Lighting surface" e le nuove frontiere dello "smart lighting - 20 maggio 2016

Immagine decorativa

Convegno “Lighting surface" e le nuove frontiere dello "smart lighting - 20 maggio 2016

Nel corso del convegno verrà presentata la nuova insegna a LED del Museo Civico realizzata con la tecnologia “Lighting Surface”.

La nuova insegna per il Museo Civico, sarà presentata al pubblico venerdì 20 maggio in occasione della seconda giornata del convegno internazionale dedicato alle nuove tecnologie per l’illuminazione urbana e architetturale “Le nuove frontiere dello Smart Lighting”, programmata proprio negli spazi del museo.
L’attuale insegna storica dipinta a mano in lettere maiuscole di colore blu su fondo bianco, riportante la scritta originale MUSEO COMUNALE appare oggi deteriorata e scarsamente leggibile.
La nuova insegna, totalmente trasparente nelle ore diurne, verrà posizionata in corrispondenza della scritta storica: di giorno, oltre a non interferire con la lettura dell’attuale scritta, fungerà da protezione in quanto composta da un vetro trasparente montato su un sottile telaio metallico; con l’imbrunire e durante le ore notturne, la tecnologia sperimentale mediante stampa con vernice trasparente a particelle nanotecnologiche che emettono luce se stimolate da LED, riprodurrà fedelmente la scritta originaria in corrispondenza del pannello di vetro.
Questa sperimentazione nata nell’ambito del Progetto SSL-erate dell’Unione Europea, progetto che ha l’obiettivo di accelerare l’adozione della tecnologia LED di alta qualità, costituisce un caso emblematico di innovazione condivisa fra imprese oltreché un significativo esempio di collaborazione tra pubblico e privato in tema di Smart City.
Nel corso del convegno è prevista, in particolare, la presenza dell’Università Aalto (Finlandia) con l’illustrazione degli ultimi studi in materia di effetti non visivi della luce, dell’Università di KU di Leven (Belgio) con un suo contributo sulla nuova definizione di resa cromatica e del Cluster Lumiere di Lione (Francia) sui modelli di costo per l’illuminazione pubblica.
Al fine di promuovere un confronto sulle buone prassi in tema strategico delle Smart City sono stati coinvolti: il Comune di Bassano del Grappa, il Comune di Padova e l’Associazione internazionale LUCI. I diversi partner dei progetti di animazione territoriale coinvolti da Luce in Veneto si confronteranno, infine, sulle opportunità di business offerte dalla collaborazione in un’ottica “open innovation” sotto il coordinamento dell’Università ESADE di Barcellona.

Pubblicato e aggiornato: mercoledì, 18 maggio 2016