Ti trovi in:

Home » Comunicazione » Notizie » B.motion Teatro, dal 27 agosto al 1° settembre sono di scena i linguaggi del contemporaneo.

B.motion Teatro

B.motion Teatro, dal 27 agosto al 1° settembre sono di scena i linguaggi del contemporaneo.

B.motion Teatro propone una serie di scatti extra-ordinari che compongono il ritratto complesso di un’epoca che opera per sintesi, che agisce per sottrazione anche nell’accumulo, che comunica attraverso fermo- immagini per riempire il vuoto di troppe parole inutili.

In prima linea, corposa come sempre, la schiera degli artisti veneti (Anagoor, Fatebenesorelle Teatro, Babilonia Teatri, Alessandro Martinello, Fagarazzi & Zuffellato), testimoni eccellenti di una generazione alla deriva, nutrita dal benessere di una terra bulimica che tanto dà e tanto toglie. Ricca anche la presenza di esperienze nazionali di eccellenza, alcune consolidate come Vincenzo Schino, Quotidiana.com e Marta Cuscunà, e alltre emergenti come Effetto Larsen e Inquanto Teatro, ma tutte accomunate dal bisogno autentico di raccontarsi per raccontarci. Progetti che alternano raffinate visioni, sprazzi rapidi di amara ironia e convinte asserzioni del proprio “diritto di essere”. Due presenze d’eccezione anche sul versante intarnazionale. Dalla Spagna il corpo parlante di Jesùs Rubio Gamo, coreografo e regista dal tratto materico evocativo e narrativo al tempo stesso. Mentre dalla Francia arriva il talento folgorante di Philippe Quesne, artista dal sapore fortemente performativo, capace di trasformare sulla scena banali gesti quotidiani in momenti di autentica poesia. Linguaggi semplici che svelano tutta la loro complessità si rincorrono così nella settimana di B.motion Teatro. Esperienze che si consumano all’interno di un Reality Shop dove ognuno può acquistare tranci della propria storia, scampoli di felicità, disillusioni e fallimenti in formato famiglia.

Allegati

B.Motion - calendario 2012

Pubblicato e aggiornato: martedì, 28 agosto 2012