Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Venerdì: Storia - Incontri sul filo della memoria

Venerdì: Storia - Incontri sul filo della memoria

Immagine decorativa

Riparte “Venerdì: storia. Incontri sul filo della memoria”, ciclo di incontri dedicati ad alcuni degli eventi che hanno segnato la nostra storia, promosso dalla Biblioteca civica di Bassano del Grappa in collaborazione con le associazioni A.N.P.I., A.V.L. e 26 Settembre, e per questa edizione anche con il Circolo Romano Carotti di Bassano e con il Gruppo 8 Marzo.

La rassegna è dedicata in gran parte alle vicende legate alla Grande Guerra in occasione del centenario che, proprio nel 2015, ricorda l’entrata in guerra dell’Italia contro L’Austria. Uno spazio sarà però dedicato anche alla Shoah con una conferenza sul tema della detenzione e dello sterminio nel corso del Novecento, mentre il 24 aprile, a settant’anni dalla Liberazione, verrà proiettato un prezioso documento, realizzato dall’ISTREVI e dall’Associazione rEsistenze, che testimonia l’impegno partigiano delle donne vicentine

A corollario della rassegna un ciclo di proiezioni cinematografiche, curato dal Circolo Romano Carotti e introdotto da Paolo Pozzato, per conoscere come il cinema ha affrontato il tema della Grande Guerra.  Tutti gli incontri si terranno nella sala Chilesotti del Museo Civico. Alcuni degli incontri si svolgeranno in orario serale.

 

Martedì 27 gennaio 2015 ore 20.45, in occasione della Giornata della Memoria, Francesco Tessarolo terrà un incontro dal titolo “Il secolo dei campi. Detenzione, concentramento e sterminio nel corso del Novecento”.

Dall'Africa del sud nel 1900 alla Cecenia, dal genocidio armeno alle "purificazioni etniche" della ex Jugoslavia, dalla Prima alla Seconda guerra mondiale, dal gulag ad Auschwitz, dall'Italia della Risiera di San Sabba a Vichy, dall'Europa dell'Est ai regimi asiatici, passando per l'Algeria, Cuba, la Grecia e l'Indonesia: il Novecento ha conosciuto il male radicale dei campi di concentramento, di volta in volta strumenti di sterminio o di detenzione, utilizzati da regimi totalitari e tollerati da governi democratici.

Francesco Tessarolo ripercorrerà il “secolo breve” seguendo il filo di questi tragici eventi attraverso filmati e documenti d’epoca.

 

Venerdì 6 febbraio ore 17.30 lo storico Marco Mondini, facendo ricorso a un ventaglio vastissimo di fonti, dai giornali alla letteratura, dalla memorialistica alle cartoline illustrate, metterà a fuoco l'attesa e la mobilitazione per la guerra nei mesi e anni precedenti il 1915, l'esperienza del fronte e infine il peso della guerra sul dopo, dal culto dei caduti ai monumenti, alla costruzione del mito.

Titolo dell’incontro “La guerra italiana. partire, raccontare, tornare 1914-1918”.

 
Allo scoppio della guerra, nel luglio del 1914, in Italia le forze politiche, sociali e culturali erano divise in interventisti e neutralisti. Di questo dibattito nazionale e dei suoi risvolti nel territorio vicentino darà conto lo storico bassanese Paolo Tagini nell’incontro dal titolo “Guerra alla guerra. I neutralisti vicentini e l’opposizione all’intervento italiano nella Grande Guerra” in programma per venerdì 27 febbraio 2015 ore 17.30.
 
Nella Prima Guerra Mondiale, più che nel passato, il prezzo pagato dalle donne fu altissimo. Il trauma bellico di lunga durata ha certamente significato per loro lutto, sofferenza e ansia materna, ma ha causato senza dubbio anche una frattura dell'ordine familiare e sociale.  Di tutto questo parlerà Nadia Maria Filippini della Società Italiana delle Storiche nella conferenza dal titolo “Il fronte interno. Donne nella Grande Guerra” in programma per venerdì 6 marzo ore 17.30.
 
Venerdì 24 aprile ore 20.45, in occasione del 70° anniversario della Liberazione e con la collaborazione del Gruppo 8 Marzo di Bassano, verrà proiettato il documentario “Storie di partigiane vicentine”, documento curato dall’Istituto Storico della Resistenza della Provincia di Vicenza “Ettore Gallo” e dall’Associazione rEsistenze. Introdurrà l’incontro Vittorio Andolfato.

 

A contorno degli incontri si terrà la rassegna cinematografica “La Grande Guerra al cinema”, che prevede la proiezione di tre film e una conferenza introduttiva dedicata a come il cinema ha saputo raccontare gli eventi bellici.

 

Venerdì 13 febbraio ore 20.45 Paolo Pozzato, uno dei maggiori studiosi ed esperti del primo conflitto mondiale, terrà una relazione su “Cinema e Grande Guerra” cui seguirà la proiezione del film Charlot Soldato (1918) di e con Charlie Chaplin. Un corto che irride la prima guerra mondiale come solo il genio di Chaplin poteva fare. 

 

Venerdì 20 febbraio ore 20.45 verrà proiettato La grande illusione , il capolavoro pacifista che il regista francese Jean Renoir realizzò nel 1937, protagonista uno straordinario Jean Gabin. La presentazione del film sarà curata da Antonella Zannoni.

 

Venerdì 13 marzo ore 20.45 si potrà vedere il più recente Joyeux Noël (2005) per la regia di Christian Carion. Ispirato a fatti veramente accaduti nelle trincee fra Belgio e il Nord della Francia durante la prima guerra mondiale, la trama della pellicola è incentrata sulla Tregua di Natale del 1914 fra soldati di trincea tedeschi, francesi e britannici. La presentazione del film sarà curata da Francesco Tessarolo.

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 22 gennaio 2015