Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Un museo aperto al contemporaneo

Un museo aperto al contemporaneo

La Giornata del Contemporaneo anche quest’anno a Bassano del Grappa. Torna la manifestazione nazionale che da dieci edizioni Amaci, l’associazione dei Musei italiani di arte contemporanea - propone con crescente successo per mettere in evidenza le diverse realtà artistiche contemporanee in Italia. Ingresso gratuito allora per tutta la giornata di sabato 11 ottobre in Museo civico e a palazzo Sturm per visitare le mostre attualmente ivi allestite.

Quest’anno, in particolare, la Giornata si svolgerà nel segno dell’incisione: di ieri al Museo della stampa Remondini (palazzo Sturm) con la pregevole mostra «Veronese inciso»e di oggi alla Chiesetta dell'Angelo con la collettiva «Legno di filo legno di testa. Percorsi nella xilografia contemporanea».

A Palazzo Sturm sta raccogliendo largo consenso la mostra che presenta l’opera del Veronese da una particolare prospettiva, quella della grafica di traduzione. Difficile, anzi, impossibile tradurre la fantasmagoria del colore veronesiano nell’essenzialità del segno nero sulla carta, ma si apprezzano gli incisori che fra Seicento ed Ottocento riconoscono le dinamiche compositive di affreschi e dipinti e, soprattutto, che ci permettono di conoscere dipinti irrimediabilmente perduti o dispersi nel collezionismo privato. La creazione di una rete fra le iniziative dedicate all’artista in tutto il Veneto ha attirato l’attenzione anche su Bassano creando nuovi circuiti e richiamando altri visitatori.

In Chiesetta dell’Angelo, invece, la Giornata del Contemporaneo coinciderà con una sorta di finissage, in previsione della chiusura fissata per il giorno dopo. La serie di dimostrazioni pratiche di arte incisoria, a cura dell’Associazione Nazionale Incisori Contemporanei, è stata una proposta apprezzatissima nei tre precedenti incontri. Di volta in volta un artista aderente all’associazione ha illustrato i segreti dell’incisione, proponendo ogni volta una diversa tecnica: la xilografia, la puntasecca, l’acquatinta; i presenti sono stati invitati a cimentarsi con gli strumenti e provare ad incidere sulla matrice. Visto il positivo riscontro e considerata la giornata speciale, sabato prossimo l’appuntamento raddoppierà illustrando altri due procedimenti di stampa:

alle 11:30 sarà presente Ivo Mosele a incidere e stampare una matrice con la tecnica della maniera nera

alle 16:30 sarà il turno di Gabriele Bordignon a lavorare al torchio stampando una lastra incisa con la tecnica dell’acquaforte

Sotto gli occhi dei presenti saranno rivelati i vari passaggi che dall'ideazione attraverso l'incisione (inchiostrazione, pulizia della lastra, stampa) portano alla creazione artistica.

 

Nella giornata di sabato 11 ottobre, dunque, ingresso libero in Museo civico dalle ore 9:00 alle 19:00 ed a Palazzo Sturm dalle 9:00-13:00 e dalle 15:00-18:00, mentre la Chiesetta dell’Angelo sarà aperta con orario 10:00 – 13:00 e 16:00 – 20:00.

Pubblicato e aggiornato: martedì, 04 novembre 2014