Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Tribunale di Bassano del Grappa: no alle falsità

Tribunale di Bassano del Grappa: no alle falsità

Ancora una volta la realtà del Tribunale di Bassano del Grappa viene travisata nel tentativo di attruibuire ad una struttura efficiente e produttiva colpe che assolutamente non ha, forse per convincere il grande pubblico della bontà di una riscrizione della geografia giudiziaria ben lontana dal migliorare la giustizia italiana nel bassanese.

Lunedì scorso 3 novembre 2014 il quotidiano Il Sole 24 Ore ha pubblicato un servizio in tema di finanza locale cercando di fare passare come risparmi scelte che si sono rivelate da subito autentici sprechi.

Ho già provveduto ad inviare al direttore del giornale e agli autori del servizio una richiesta di precisazione, di cui vi riporto il testo.

In riferimento all’articolo pubblicato su Il Sole 24 Ore di lunedì 3 novembre 2014, dal titolo “Spese per i tribunali, i sindaci risparmiano 300 milioni”, teniamo a precisare che la tabella “La geografia dei risparmi futuri – L’incidenza delle spese di giustizia per gli immobili nei Comuni sede di tribunale (o uffici superiori)” riporta un dato fuorviante per quanto riguarda il Comune di Bassano del Grappa.

La cifra indicata, 1.815.737 euro è infatti comprensiva del pagamento della rata della spesa in conto capitale relativa ai costi sostenuti per la costruzione della nuova “Cittadella della Giustizia”, che per il 2012, anno a cui fa riferimento il servizio, è stata di 1.387.662,79 euro.

La “spesa per la giustizia”, come da voi definita, è stata dunque per il 2012 pari 428.074,21 euro, decisamente inferiore al dato da voi riportato.

“Teniamo a mettere in evidenza ancora una volta, in questa sede, che la soppressione del Tribunale di Bassano del Grappa è coincisa con il completamento dei lavori di costruzione della nuova sede, in centro storico a Bassano, costata complessivamente circa 12 milioni di euro ed ora vuota e abbandonata in attesa di capire quale sarà la sua destinazione futura - sottolinea il Sindaco Riccardo Poletto - Più che di un risparmio, quindi, sarebbe bene parlare di uno spreco. Il dato riportato in tabella è tendenzioso e sembra voler legittimare una soppressione per antieconomicità quando invece è vero il contrario. Il Tribunale di Bassano era efficiente, efficace e veloce nel definire i procedimenti, tanto che i costi pubblici erano ampiamente ripagati dagli incassi delle spese di giustizia. Oggi invece abbiamo una sede nuova di zecca, pronta per entrare in funzione, che viene lasciata al suo destino mentre la giustizia nella provincia di Vicenza è al collasso”.

E’ superfluo ricordare a quanti hanno condiviso la nostra battaglia quale fosse il valore del nostro Tribunale e quale incisività avrebbe dato l’avvio della Cittadella della Giustizia. Rinnovo in ogni caso il mio impegno a favore di un nuovo Tribunale della Pedemontana che ci restituisca l’efficienza e l’incisività che ci sono state tolte.

Il Sindaco

Riccardo Poletto

Pubblicato e aggiornato: mercoledì, 05 novembre 2014