Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Sulle tracce del ‘900 letterario europeo - Venerdì 21 novembre 2014 ore 17.30 - Storia di una conversione intellettuale: Vasilij Grossman

Sulle tracce del ‘900 letterario europeo - Venerdì 21 novembre 2014 ore 17.30 - Storia di una conversione intellettuale: Vasilij Grossman

Sarà dedicato al grande scrittore e giornalista russo Vasilij Grossman, l’autore di “Vita e destino”, uno dei più grandi capolavori della letteratura del ‘900, il secondo incontro della rassegna “Sulle tracce del ‘900 letterario europeo. Da Marcel Proust a Wisława Szymborska”, la nuova iniziativa proposta dalla Biblioteca Civica di Bassano del Grappa, venerdì 21 novembre alle ore 17.30.

Lo scrittore russo moriva giusto 50 anni fa. Nel suo lavoro ha narrato il Lager e il gulag, ma anche la violenza e l’ipocrisia al potere, la forza degli eroi umiliati, le vittime che diventano carnefici: anticipando temi del nostro secolo e svelando con implacabile acutezza la natura del male, che è menzogna e cancellazione della verità mediante la mistificazione più abietta. Quella di ammantarsi di bene, un bene astratto e universale nel cui nome si compie ogni atrocità e ogni bassezza, e che induce a piegare il capo davanti alle sue sublimi esigenze. «Libri come Vita e destino » ha scritto George Steiner «eclissano quasi tutti i romanzi che oggi, in Occidente, vengono presi sul serio».

Andrea Gullotta, ricercatore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e grande esperto di letteratura del gulag, terrà un incontro dal titolo “Storia di una conversione intellettuale: Vasilij Grossman”. Sarà l’occasione per conoscere più da vicino un grandissimo scrittore la cui vicenda biografica ed artistica ha subito pesantemente in patria gli effetti del regime stalinista e solo oggi è riabilitata la figura, riconoscendone la grandezza.

Durante l’incontro saranno anche letti da Anna Branciforti dei brani tratti da alcuni suoi testi.

Pubblicato e aggiornato: mercoledì, 19 novembre 2014