Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Riforma socio-anitaria del Veneto: i territori interessati riaffermano l’esigenza dell’Ulss Pedemontana

Riforma socio-anitaria del Veneto: i territori interessati riaffermano l’esigenza dell’Ulss Pedemontana

E’ un tema particolarmente importante per il nostro territorio quello posto in questi giorni all’attenzione del Consiglio Regionale, dove si dibatte sul disegno di riforma socio-sanitaria del Veneto ed in particolare sul numero delle Ulss. Sul tavolo della discussione c’è infatti anche la costituzione della nuova Ulss Pedemontana, frutto della fusione delle attuali Ulss 3 e 4.

I Presidenti delle Conferenze dei Sindaci dell’Ulss n. 3, Riccardo Poletto Sindaco di Bassano del Grappa, e dell’Ulss n. 4, Robertino Capozzo Sindaco del Comune di Lugo, riaffermano l’opportunità e la necessità dell’Ulss Pedemontana ribadendo i motivi che i Sindaci dell’area interessata hanno evidenziato lo scorso anno, quando proposero alla Quinta Commissione Regionale del Veneto questa alternativa.

Si tratta di motivazioni di continuità geografica e di conformazione territoriale, dato che le Ulss 3 e 4 compongono una porzione della vasta area pedemontana veneta, area sulla quale in varie e significative occasioni la Regione ha manifestato un interesse notevole e la volontà di farne oggetto di particolare attenzione e di indicazioni provenienti dalla normativa regionale: l’Ulss Pedemontana frutto della fusione delle Ulss 3 e 4, con i suoi 370.000 abitanti circa, rientrerebbe infatti nel bacino ottimale indicato dalla legge regionale 23/12.

In questo momento cruciale per la discussione e la decisione che ricadrà sulla cittadinanza, i rappresentanti dei Comuni interessati riaffermano l’esigenza e la necessità dell’Ulss Pedemontana.

Pubblicato e aggiornato: martedì, 06 settembre 2016