Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Progetto "I Comuni sostengono le imprese" - Via libera agli aiuti alle imprese del Comune in difficoltà

Progetto "I Comuni sostengono le imprese" - Via libera agli aiuti alle imprese del Comune in difficoltà

La Giunta comunale di Bassano del Grappa ha approvato l’adesione all’iniziativa “I Comuni sostengono le imprese”, promossa da Confidi Fidimpresa e Turismo Veneto in collaborazione con alcuni istituti bancari del territorio - Volksbank, Banca di Verona e Vicenza, Banca del Veneto Centrale e Banca delle Terre Venete - che prevede la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra il Comune stesso e i consorzi e le cooperative di garanzia collettiva dei fidi (Confidi) interessati, con l’obiettivo di sostenere le attività imprenditoriali nel territorio cittadino.

L’accordo - presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa - prevede l’impegno da parte del Comune di Bassano del Grappa a destinare un fondo per favorire la concessione di un plafond di 1.200.000 euro di finanziamenti, a condizioni agevolate, a favore delle imprese, con l'obiettivo di aiutarle a riprendersi più rapidamente dalle conseguenze delle chiusure forzate.

 

“Ringrazio Confidi e gli istituti di credito operanti del nostro territorio – sottolinea il Sindaco Elena Pavan - che aderendo subito all'iniziativa hanno dimostrato grande vicinanza alle nostre aziende. L’Amministrazione comunale intende, con questa scelta, agevolare la liquidità delle imprese con misure di pronto sostegno in questo particolare momento storico di emergenza sanitaria per favorirne e sostenerne la ripartenza”.

 

Le erogazioni, che potranno andare da un minimo di 10mila euro a un massimo di 30mila euro, con un tasso realmente conveniente e assenza di spese per l’impresa, prevedono una durata massima del finanziamento di 72 mesi di cui 24 mesi di preammortamento, il tutto con la garanzia fino all’80% a prima richiesta.

 

“Sin dalle prime settimane del mese di marzo 2020, con l’inizio della pandemia, negli ambiti possibili per il nostro Comune siamo intervenuti per aiutare e sostenere le imprese del territorio. Dal rinvio dell'Imu di giugno 2020, alle agevolazioni sugli affitti, alla sospensione delle imposte sull'occupazione di suolo pubblico e all'ampliamento gratuito dei plateatici, già richiesto da alcune attività, mettiamo in campo quest’anno un altro strumento di sostegno per le nostre realtà produttive – spiega il Vice Sindaco Roberto Marin – che rientra tra le azioni svolte dall’Amministrazione. Ricordo che la nostra Amministrazione aveva sostenuto imprese e professionisti con un bando, lo scorso anno, che ha erogato contributi pari a 770.000 euro. Ci muoviamo ora con fiducia e concretezza con misure di sostegno e sviluppo, in stretta collaborazione con chi sul nostro territorio permette alle imprese di accedere al credito, per sostenere la ripartenza della nostra città”.

“La grande sollecitudine con cui il Comune ha risposto all’appello di richiesta di misure di sostegno per le imprese del territorio merita l’encomio da parte degli associati Confcommercio che noi agevoliamo e per le quali ci facciamo garanti – dice il direttore generale di Fidi Impresa & Turismo Veneto Mauro Rocchesso – e l’accordo che verrà siglato ne è la testimonianza. Le risorse messe in gioco sono rapportate alle disponibilità dell’amministrazione e rappresentano un gesto di ascolto e attenzione alle realtà imprenditoriali, specialmente di piccola dimensione, in questo drammatico momento economico che il nostro tessuto economico sta attraversando”.

 

“Nei contributi erogati alle imprese finora – interviene l’Assessore Giovannella Cabion - abbiamo voluto inserire il tema dell’innovazione perché non vogliamo dare contributi a pioggia, ma premiare il merito; che Confcommercio abbia visto nell’Amministrazione comunale un partner in una iniziativa di questo tipo, che coinvolge direttamente anche le banche del territorio, significa riconoscere che facciamo politica per il bene comune. La nostra attenzione deve toccare molti aspetti, non ultimo quello del ricambio generazionale nelle aziende: assicurare ai giovani la possibilità di rimanere nel nostro territorio è fondamentale. E per questo essere riusciti a far lavorare le banche locali in sinergia, con lo scopo di sostenere anche Start Up e giovani, oltre che famiglie, è un successo!”.

 

Per il Presidente di Ascom di Bassano del Grappa, Paolo Lunardi “Questo accordo rafforza la collaborazione tra imprese e comuni e dimostra come il territorio stia rispondendo direttamente alle esigenze concrete delle imprese, ribadendo attenzione e vicinanza”.

 

“Fare unione per sostenere le imprese del territorio. È questo l’obiettivo del protocollo presentato oggi qui a Bassano del Grappa - dichiara Giuliano Perini, Direttore dell’area Vicenza/Marostica di Volksbank. “In questa fase di ripartenza è infatti importante creare un network che comprenda comuni, consorzi fidi e istituti bancari per facilitare le iniziative imprenditoriali e garantire liquidità alle aziende”.

 

“Banca di Verona e Vicenza, nuova realtà bancaria derivante dalla recente fusione tra Banca San Giorgio Quinto Valle Agno e Banca di Verona, è oggi una realtà molto solida e presente nel territorio Bassanese dal 2005 – spiega Renato Zampieri, Responsabile Area Territoriale di Vicenza - Con la firma della convenzione tra il Comune di Bassano del Grappa e Fidi Impresa & Turismo Veneto, intendiamo come Istituto di Credito sostenere anche dal punto di vista finanziario le piccole realtà bassanesi in un contesto difficile causato dalla pandemia, a conferma della vicinanza della banca ai soci, clienti e territorio”.

 

“Banca delle Terre Venete aderisce al protocollo d’intesa promosso dall’Amministrazione Comunale di Bassano del Grappa, per favorire la ripresa economica del territorio, fornendo la liquidità utile alle piccole imprese del comune, al fine di incoraggiare e supportare la fase di ripartenza post pandemia. E’ un’iniziativa che evidenzia la sinergia tra i vari attori economici del territorio, Amministrazione Comunale, Associazioni di Categoria e banche locali, a sostegno dell’economia. Una modalità per la nostra banca di dimostrare, ancora una volta, la vicinanza alle nostre imprese”, così Loris Stocco, Responsabile Area Mercato Treviso di Banca delle Terre Venete.  

 

«Il nostro impegno oggi non vuole solo facilitare la ripartenza – a parlare è Mariano Bonatto, direttore generale di Banca del Veneto Centrale - ma leggere questa difficile congiuntura come un’opportunità per rafforzare il nostro modo equilibrato e flessibile di fare banca e accompagnare la ripresa economica sul terreno dell’inclusione e della sostenibilità, intesa come riduzione delle disuguaglianze sociali, valorizzazione di ogni forma di arte e cultura, investimento nei giovani, promozione dell’occupazione, tutela dell’ambiente, diffusione della capacità di innovare e sviluppo di una economia circolare».

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 17 giugno 2021