Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » La lettura ad alta voce fin dai primi mesi di vita del bambino

La lettura ad alta voce fin dai primi mesi di vita del bambino

Il corso pre-parto? In biblioteca, perchè non è mai troppo presto per cominciare a leggere. Nella biblioteca civica di Bassano, come in tante altre biblioteche comunali, è stato attrezzato uno spazio adatto ai piccolissimi con tanti libri suddivisi per fasce di età. C’è anche un “angolo morbido” dove le neo-mamme e i neo-papà possono accomodarsi prima di partire per il regno della fantasia. Perché non si deve dimenticare che la lettura è fondamentale per la crescita dei piccoli, e non c’è età per cominciare! Leggere ad alta voce ai bambini è una pratica che rende più intensi i rapporti affettivi tra il genitore che legge o racconta ed il bambino che ascolta, favorisce lo sviluppo sia cognitivo che emotivo del bambino e accresce le capacità genitoriali.

La lettura precoce ad alta voce da parte dei genitori favorisce la relazione genitori/figli, rinforza la fiducia nei genitori nelle proprie competenze genitoriali, migliora lo sviluppo del linguaggio sia recettivo che espressivo, fornisce opportunità di sviluppo emotivo e promuove nei bambini l’amore per il libro e la lettura.

Il ritornello di una nota canzone dello Zecchino d’Oro, che si intitola “Il topo con gli occhiali”, recita: “Evviva la lettura! Comincia l’avventura, Un sogno ad occhi aperti nel mondo che vuoi tu. I libri sono ali che aiutano a volare. I libri sono vele che fanno navigare. I libri sono inviti a straordinari viaggi Con mille personaggi l’incontro sempre c’è”.

Ed è proprio così. Leggere storie, fiabe ai bimbi li aiuta a comprendere, ad arricchire il loro vocabolario, ma anche a parlare meglio e a sviluppare la fantasia. Molto più che un dvd. Perché con i libri i personaggi li devono immaginare loro!

La lettura è un vero nutrimento per i bimbi, al pari dell’allattamento materno, e la lettura ad alta voce è un gesto d’amore per favorire lo stimolo emotivo ed intellettuale nei primi mesi di vita: ne sono convinti i promotori di un innovativo progetto che mette assieme Biblioteca civica, Azienda Ulss n. 3 di Bassano e l’Associazione Culturale Pediatri “Jacopo Da Ponte”.

Proprio nella biblioteca di Bassano infatti, nell’ambito del progetto “Nati per Leggere”, sorto in Italia dalla collaborazione tra l’Associazione Italiana Biblioteche e l’Associazione Culturale Pediatri, è stato fatto un passo in più: su proposta dell’Azienda Ulss 3 nell’ambito del progetto nazionale “Genitoripiù” è nata l’iniziativa La lettura ad alta voce fin dai primi mesi di vita del bambino.Nella biblioteca è stato realizzato uno spazio di incontro per future mamme (e papà) alla ricerca di letture adatte al periodo della gravidanza e del primo anno di vita del bambino. Ogni donna iscritta al percorso di accompagnamento alla nascita promosso dall’Azienda Ulss n. 3 potrà partecipare ad un modulo formativo in biblioteca condotto da un’operatrice esperta in letteratura per bambini 0-3 anni.

Scopo degli incontri è quello di diffondere la pratica della lettura ad alta voce ai bambini, anche piccolissimi e far riflettere i genitori sulla valenza e sulle modalità per l’educazione alla lettura fin dalla prima infanzia e sui criteri di scelta dei libri per bambini (0-6 anni), nella convinzione che collocare questi incontri di sensibilizzazione all’interno del percorso strutturato previsto dai corsi di accompagnamento alla nascita  consente ai genitori di creare in loro una particolare attenzione e sensibilità.

Ogni donna iscritta al percorso di accompagnamento alla nascita promosso dall’Azienda Ulss  n. 3 riceverà opportuna informazione attraverso l’apposito depliant contenente gli obiettivi del modulo formativo e le date degli incontri. Si inizia mercoledì 26 febbraio dalle ore 10.30 alle 12.00 per proseguire il 26 marzo, il 16 aprile, il 21 maggio e il 18 giugno. Queste le date finora programmate che si integreranno con altre nel secondo semestre dell’anno.

Sarà per le future mamme anche un’occasione per conoscere il servizio e tutte le opportunità loro offerte (biblioteca bambini, spazio morbido, bibliografia sui temi della genitorialità…) e per prendere confidenza con uno spazio magari mai frequentato prima.

A sostenere quest’iniziativa, che si colloca all’interno del progetto di ricerca “Raccontare ancora” dell’Università di Verona coordinato dalla professoressa Silvia Blezza Picherle, è il Lions “Da Ponte” di Bassano del Grappa.

Oltre ai corsi pre-parto in biblioteca, per i residenti nel Comune di Bassano, sono stati avviati anche altri progetti, tra cui l’iniziativa che prevede che i neo-genitori ricevano, dopo la registrazione del neonato all’anagrafe, una lettera del sindaco con cui sono invitati in biblioteca a ritirare un kit omaggio contenente un libro cartonato, scelto dalle bibliografie consigliate da “Nati per Leggere”, del materiale informativo sull’importanza della lettura sin dalla più tenera età, delle schede bibliografiche con una selezione di pubblicazioni adatte ai bimbi fra i 6 e i 36 mesi, assieme al modulo per l’iscrizione dei bambini alla biblioteca comunale.

Infine nelle sale d’attesa degli ambulatori dei pediatri e nei centri vaccinali dell’Azienda Sanitaria n. 3 sono state esposte delle locandine informative su questi temi con ricche proposte di lettura, nate dalla collaborazione tra la Biblioteca civica e l’ASL n. 3.

Pubblicato e aggiornato: martedì, 11 febbraio 2014