Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » La grande peste del 1630-1631 - Il caso Bassano

La grande peste del 1630-1631 - Il caso Bassano

Nell’ambito dei percorsi di approfondimento dedicati alla storia, promossi dalla Biblioteca Civica di Bassano, si inserisce anche l’incontro su un tema molto interessante e poco approfondito: la tragica ondata di peste e colera che attraversò l’Europa e il Mediterraneo tra il 1630 e il 1631, e che dimezzò la popolazione, sconvolgendo l’assetto economico e sociale delle nazioni aggredite dal morbo.

Anche Bassano la peste lasciò strascichi pesantissimi. Secondo una relazione per il Senato veneziano del 12 marzo 1632, Bassano contava nel 1629 una popolazione di 8.090 anime, ridottasi in quell’anno a 4.380, con una perdita pari a 3.710 persone. Solo nel 1631, tra il mese di giugno e dicembre, morirono oltre 2.300 bassanesi colpiti dal morbo.

Della situazione bassanese e più in generale del Veneto in quel tragico biennio, parlerà sabato 15 ottobre alle ore 18.00 in sala Chilesotti, lo storico Oscar De Zorzi, che all’argomento ha dedicato il recente libro “Fame. Peste, Sanità e Morte nella Terraferma veneto-friulana 1628-1631”. Titolo dell’incontro “La grande peste del 1630-1631. il caso di Bassano”.

L’ingresso all’incontro è libero.

Pubblicato e aggiornato: mercoledì, 12 ottobre 2016