Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » La collezione di Bartolomeo Gamba nella Biblioteca civica di Bassano del Grappa

La collezione di Bartolomeo Gamba nella Biblioteca civica di Bassano del Grappa

Fino al 29  aprile la Biblioteca civica di Bassano del Grappa ospita la mostra dal titolo “La collezione di Bartolomeo Gamba nella Biblioteca Civica di Bassano del Grappa”.

L’istituzione cittadina, come è noto, conserva delle raccolte documentali di estremo interesse sia per la storia veneta che per la storia politica, intellettuale e scientifica italiana ed europea. La collezione di Bartolomeo Gamba ne è uno dei massimi esempi. Con le sue circa 2700 lettere autografe di Italiani illustri scritte fra il 1550 ed il 1840 (ma c’è addirittura qualche rara lettera quattrocentesca, come quella di Enea Silvio Piccolomini esposta in mostra), il fondo Gamba costituisce una miniera di fonti storiche indispensabili per tutti gli studiosi della trasmissione del sapere in Europa occidentale nell’età moderna (XV-XIX secolo).

Tra gli autori degli autografi si incontrano grandi nomi: gli scienziati Galileo Galilei, Marcello Malpighi, Lazzaro Spallanzani; i filosofi Pietro Giannone e Gaetano Filangieri, il virtuoso divulgatore del Newtonianesimo, Francesco Algarotti; Paolo Sarpi; il grande condottiero, il Principe Eugenio di Savoia; il fine politico Bernardo Tanucci; il cartografo veneziano Vincenzo Maria Coronelli. Non mancano i papi, come Giulio II, o i cardinali, come il beato cardinale Gregorio Barbarigo, o Giulio Mazzarino, artisti, come Canova (il cui proprio epistolario è un altro dei fiori all’occhiello della Biblioteca-Museo Civico di Bassano). E ancora tanti studiosi dell’Università di Padova: dal già menzionato Galileo a Giovanni Poleni, passando per Geminiano Montanari, Antonio Vallisnieri, Melchiorre Cesarotti e molti altri. L’epistolario di Bartolomeo Gamba ci permette di osservare un campione consistente della cultura italiana dell’età moderna nelle sue relazioni epistolari interne e internazionali.

Erudito e bibliografo, nato a Bassano nel 1766 e morto a Venezia 1841), Bartolomeo Gamba diresse l’impresa Remondini fino al 1811, fu poi ispettore della stampa a Milano e a Venezia, quindi amministratore della Biblioteca Marciana. Per tutta la vita si dedicò al collezionismo librario, per conto anche di Giuseppe Remondini, e alla raccolta degli autografi, la cui collezione attualmente è divisa tra Bassano e Vienna.

La mostra, che ha lo scopo di far vedere al pubblico parte di questa preziosa collezione e di far luce su un bassanese illustre non così noto a tutti, si inserisce nell’ambito del progetto di digitalizzazione degli autografi cui partecipa da qualche anno la Biblioteca Civica di Bassano, assieme all’Università di Padova, alla Biblioteca Nazionale d’Austria, all’Università di Oxford e alla Mellon Foundation. Il patrimonio, una volta digitalizzato, sarà integralmente visibile nel catalogo open access EMLO ospitato dalla Bodeian Library dell’Università di Oxford.

La mostra sarà visitabile fino al 29 aprile 2017 negli orari di apertura della biblioteca.

 

 

 

Info e contatti

Biblioteca Civica di Bassano di Bassano del Grappa

tel. 0424519920

biblioteca@comune.bassano.vi.it

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 30 marzo 2017