Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Incontro con la scrittrice Angela Nanetti

Incontro con la scrittrice Angela Nanetti

La grande scrittrice Angela Nanetti sarà ospite della Biblioteca civica di Bassano del Grappa lunedì 13 ottobre alle ore 17.30. L’’incontro, realizzato in collaborazione con la Libreria Palazzo Roberti, sarà dedicato al nuovo libro “Il bambino di Budrio” pubblicato recentemente per Neri Pozza.

Angela Nanetti è nata a Budrio, in provincia di Bologna, e nella città delle due torri ha frequentato le scuole superiori e l'università, laureandosi in storia medievale. Trasferitasi a Pescara, è stata docente nelle scuole medie e superiori dove si è impegnata, oltre che nell'insegnamento, in numerose attività di sperimentazione e ricerche didattiche. Negli anni '80 ha collaborato con l'Istituto dell'Enciclopedia Italiana, lavorando ad un progetto multimediale per i figli degli italiani all'estero, e ha curato per l'editrice Mursia l'antologia di testi letterari per la scuola media "Messaggi in bottiglia".

Negli stessi anni ha esordito come scrittrice per ragazzi con "Le memorie di Adalberto", un breve romanzo di formazione fortemente innovativo nella scrittura e nei contenuti, col quale ha iniziato quella collaborazione con l'editore di Trieste El-Einaudi Ragazzi -Emme Edizioni che dura ancora oggi. Il libro, che ha ricevuto importanti riconoscimenti ed è stato tradotto in alcuni Paesi europei, fu salutato come "un segnale preciso e inequivocabile di rinnovamento" della letteratura per ragazzi in Italia.

Ad esso sono seguiti racconti e romanzi rivolti a lettori bambini e adolescenti, nei quali viene confermata la qualità della sua scrittura e parimenti la capacità di indagare la psicologia maschile e femminile di età differenti. Nel 1995 ha lasciato la scuola per dedicarsi esclusivamente all'attività letteraria: da questo momento sono usciti i romanzi che, evidenziando la sua piena maturità espressiva e narrativa, le hanno dato una notorietà non solo nazionale. Tra essi, in particolare, "Mio nonno era un ciliegio", che ha avuto ventitre edizioni straniere, è stato nella rosa dei finalisti del "Deutsche Jugenliteratur 2002", è stato selezionato per il "Prix Chronos" in Francia e ha ricevuto il 1° premio "Migliore libro tradotto" Slovacchia 2008.

Il romanzo che verrà presentato a Bassano, “Il bambino di Budrio” racconta la storia vera del tormentato rapporto affettivo tra un maestro troppo ambizioso e un allievo dal talento straordinario. Grazie a una penna sapiente e a una grande capacità di ricostruire le ambientazioni e le atmosfere dell’Italia seicentesca, Angela Nanetti si addentra nelle stanze proibite di Papa Innocenzo X e ci regala il ritratto memorabile di una creatura prodigiosa, ingenua e fragile, cui viene rubata l’infanzia. Un romanzo che, pur raccontando una vicenda lontana, ha nella voce dell’io narrante le vibrazioni di una coscienza moderna.

Pubblicato: lunedì, 10 novembre 2014 - Ultimo aggiornamento: martedì, 11 novembre 2014