Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Il Sindaco Poletto ha partecipato al simposio in Vaticano su “Schiavitù moderna e cambiamenti climatici”

Il Sindaco Poletto ha partecipato al simposio in Vaticano su “Schiavitù moderna e cambiamenti climatici”

Si è concluso ieri in Città del Vaticano, con la firma della dichiarazione “Schiavitù moderna e cambiamenti climatici: l’impegno delle città”, il simposio che ha riunito oltre 70 sindaci provenienti da tutte le parti del mondo su invito delle Accademie pontificie delle Scienze e delle Scienze sociali.

Papa Francesco, che con il suo intervento ha concluso i lavori, ha sottolineato come “prendersi cura dell’ambiente non significa solo adottare un atteggiamento verde , ma è molto di più, significa un atteggiamento di ecologia umana ”. Concetti ribaditi anche nell’Enciclica “Laudato sì” in cui spiega che non si può separare l’uomo dal resto, che esistono ripercussioni sull’uomo quando l’ambiente viene maltrattato; “non è un’enciclica verde - ripete - è una enciclica sociale. Quando l’ambiente non viene curato, le città crescono a dismisura e con loro le sacche di povertà e di miseria che le abitano, anche a causa delle migrazioni dalle zone rurali che non offrono più opportunità.”

Un segno di attenzione particolare, quello del Santo Padre, che per la prima volta coinvolge direttamente i sindaci delle città del mondo, riconoscendoli naturalmente come i primi interlocutori dei cittadini e come primi punti di riferimento per le organizzazioni internazionali che, nelle loro decisioni, devono tener conto di quanto emerge dalle città individuate quali “primi motori della consapevolezza”.

Tra i numerosi interventi e testimonianze, i Sindaci di Palermo e Lampedusa hanno ribadito l'impegno e le difficoltà che le loro comunità affrontano per gli sbarchi che avvengono quotidianamente sulle loro coste, mentre sono emersi interessanti spunti su buone pratiche, comuni a città grandi e piccole, nella direzione del miglioramento dell'impatto sull'ambiente e sui cambiamenti climatici: riduzione delle emissioni di CO2, contenimento della dispersione di energia e aumento produzione di energie alternative, sia a livello pubblico che attraverso incentivi agli interventi privati, mobilità sostenibile, gestione dei rifiuti.

“È stata un’occasione di confronto importante e preziosa - commenta il Sindaco di Bassano del Grappa, Riccardo Poletto, presente al simposio e firmatario della dichiarazione - al centro c’è sempre la persona, gli uomini e le donne, a partire dai più deboli, dai nuovi schiavi, da chi uomo non è più perché non libero:  questo si traduce in nuove e immense responsabilità alle quali noi Sindaci non possiamo sottrarci. Soprattutto rispetto ai temi ambientali, che causano in buona parte i cambiamenti climatici responsabili di nuove povertà, le città, grandi e piccole, hanno la possibilità di un cambiamento di rotta. C’è da questo punto di vista un comune sentire che cresce nell’esperienza dei sindaci di tutti i continenti”.

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 23 luglio 2015