Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Il Comune di Bassano al lavoro su PNRR

Il Comune di Bassano al lavoro su PNRR

“Sin dall’insediamento di questa Amministrazione comunale ho impostato un’operazione di organizzazione interna ed esterna in relazione alla specifica attività di raccolta delle risorse per finanziare i progetti cittadini” - dichiara il Vicesindaco Roberto Marin.

 

E infatti, sebbene la pandemia abbia rallentato le attività negli ultimi 18 mesi, è partito, con la collaborazione dell’Università Ca’ Foscari un programma di informazione e di formazione dei tecnici e degli amministratori locali dei comuni che hanno aderito alla sfida per la nuova stagione di programmazione ai bandi europei alla luce del Green deal europeo e delle indicazioni delll’Agenda 2030.

 

Il dramma mondiale del Covid-19, la programmazione straordinarie europea, il Recovery Found e il PNRR hanno dato impulso ed ulteriore strategia.

 

Ad Agosto il governo, dopo aver ricevuto le prime risorse  (19 mld di euro circa) ha emanato un primo DM destinandone la titolarità ai principali ministeri interessati: infrastrutture e trasporti, interni, transizione ecologica, innovazione e transizione digitale, cultura, ecc.

A questa programmazione ed all’accesso delle risorse del PNRR già da mesi il Comune di Bassano del Grappa sta lavorando, nonostante manchi la necessaria chiarezza rispetto ai fondi destinati ai comuni.

 

Da poche settimane è stata approvata una delibera di giunta per la costituzione di un gruppo di progetto tra aree, per la predisposizione, l’elaborazione e la realizzazione di progetti e bandi regionali, nazionali ed europei.

 

Nel frattempo, alla luce delle 6 missioni contenute nel PNRR e della programmazione Europea 2021-2027 si è impostato la programmazione delle opere pubbliche 2021-2023. Un provvedimento nato dalle molteplici esigenze della città con l’obiettivo della riclassificazione/destinazione in base ad alcuni assi fondamentali della programmazione e della finanziabilità nazionale ed europeo.

In particolare il focus si è concentrato sulla mobilità, con interventi su ciclopedonabilità cittadina interconessa sul Fiume Brenta (ponte ciclopedonale sul Brenta c/o Istituto Agrario, percorsi, Ponte della Vittoria, Via Porto di Brenta, ecc.)  e rafforzamento della rete delle piste ciclabili cittadine (connessione verso i principali poli scolastici) e di connessione con altri comuni (es. pista ciclabile viale vicenza).

 

RIVOLUZIONE VERDE  E TRANSIZIONE ECOLOGICA: con interventi per il Bosco Urbano nel quartiere di San Bassiano, gli investimenti a sistema sulla piantumazione arborea ed il Progetto di riqualificazione complessiva del Parco Ragazzi ’99, lo sviluppo di ipotesi progettuali sui Giardini Parolini; l’efficientamento energetico e la rigenerazione del patrimonio comunale tra cui edilizia residenziale pubblica (ERP) dove la Regione ha in programma di stanziare importanti risorse per la rigenerazione dell’edilizia pubblica, l’edilizia scolastica (Pascoli e Canova 2.0), gli impianti sportivi ( es. Palabassano 1 e 2) ed il Polo dell’Innovazione e della Sostenibilità, l’HUB della biosfera Mab Unesco.

 

INCLUSIONE, ACCESSIBILITAE DIGITALIZZAZIONE con interventi per la valorizzazione, lo sviluppo dell’ambito digitale e l’accessibilità agli spazi culturali cittadini (Museo Civico, Palazzo Bonaguro, Teatro Cittadino) e progettualità per il welfare sussidiario e sedi di aggregazione (spazi polifunzionali per il mondo associativo fortemente presente a tutti i livelli in città).

 

L’Amministrazione Comunale, alla luce dei contenuti del PNRR ha aumentato lo stanziamento di risorse esclusivamente dedicate (oltre 500.000 euro con la prossima variazione di bilancio in approvazione nel prossimo consiglio comunale del 30 novembre) per allineare la progettazione di primo livello (fattibilità tecnico-economica) e di secondo livello (progettazione definitiva):elementi strettamente necessari per poter accedere alla possibile distribuzione di risorse.

 

Va ricordato che il successo di questa visione passa imprescindibilmente attraverso una forte collaborazione territoriale, quindi sovracomunale.

 

Dopo il lavoro di raccolta delle idee progettuali effettuato in collaborazione con i tecnici dell’Università Ca’ Foscari, la loro elaborazioni di sintesi nei tavoli di lavoro in cui i diversi comuni (tecnici ed amministratori) hanno espresso progettualità (oltre 35 progetti) ed esigenze del territorio, dopo le interviste effettuate ai principali stakeholder (associazioni di categoria, ecc.) si è arrivati ad una sintesi di elementi che possa esprime le dorsali della progettualità territoriale finalizzata a sviluppare progetti pilota condivisi tra i comuni  per la programmazione del PNRR nazionale, per le progettualità regionali ed europee.

 

Alcuni progetti pilota frutto delle esigenze del territorio che richiedono risorse importanti ma che sviluppano una sicura evoluzione per un ambito urbano calcolato in circa 200.000 abitanti.

 

Le direttrici di questo lavoro sono:

 

 W1= MOBILITA’  - ACCESSIBILITA’ agevolare nuova mobilità a tutti i livelli da e verso per rafforzare connessione turistica, culturale e di formazione con:

-          Infrastrutture territoriali per trasporto ferroviario in relazione alla connessione alta velocità Vicenza

-          Metropolitana di superficie che collega razionalmente tutti i comuni dell’area pedemontana attraverso pullman elettrici/ idrogeno

-          Investimenti per rete di “completamento” dell’interconnessione (senza interruzioni)  tra comuni del territorio con piste ciclabili come nuovo fattore/proposta per mobilità sostenibile e la connessione scuola-lavoro-turismo-tempo libero

-          Investimenti nella rigenerazione (Teatro Cittadino) e accessibilità alle principali infrastrutture culturali cittadine oltre allo sviluppo delle opportunità digitali per musei, mostre e iniziative espositive;

-          Innovazione e digitalizzazione al servizio e per migliore i servizi delle PA a tutti i livelli (vedi progetto Pallades + infrastrutture fibra ecc.)

 

-          W2= WELFARE SUSSIDIARIO  progetti per case di riposo, residenzialità per anziani,

-          progetti per nuove sedi di aggregazione per i giovani (spazi polifunzionali e co-working),

-          rafforzamento strutture e servizi progetti disabilità

 

“La task force sul PNRR è il primo passo per arrivare puntuali e preparati all’appuntamento con le risorse in arrivo ai comuni” - commenta il Sindaco di Bassano del Grappa, Elena Pavan - “e questa è un’occasione storica per la nostra città e per tutto il Bassanese. I finanziamenti arriveranno se da questo gruppo di lavoro, insieme agli altri comuni di area, metteremo insieme idee e soprattutto progetti finanziabili”

Pubblicato e aggiornato: lunedì, 06 dicembre 2021