Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Giornata internazionale dei Musei e Notte dei Musei

Giornata internazionale dei Musei e Notte dei Musei

I Musei Civici – Assessorato alla Cultura di Bassano del Grappa aderiscono alla Giornata Internazionale dei Musei ideata da ICOM - International Council of Museums giovedì 18 maggio con ingresso gratuito dei Musei Civici e sabato 20 maggio alla tredicesima edizione della Notte europea dei Musei.

“Quella di entrare nelle gallerie del Museo fuori orario, per confrontarsi in maniera innovativa con opere solitamente nascoste alla fruizione del pubblico, è un'iniziativa che apre ad una stagione di riscoperta dell'istituzione museale bassanese con approcci innovativi” sottolinea l’Assessore alla Cultura Giovanni Cunico. “Visitare il Museo nelle ore della notte ha un sapore completamente diverso: si tratta di un'esperienza davvero da non perdere”.

Per l’edizione 2017 il tema proposto da ICOM è “Musei e storie controverse: raccontare l’indicibile nei musei”, un invito all’istituzione a presentare, partendo dalle proprie collezioni, testimonianze e memorie di episodi tragici o semplicemente controversi della storia dell’arte.

L’iniziativa offre l’opportunità ai musei e ai loro visitatori di riflettere su quelle testimonianze del nostro patrimonio che per motivi storici, ideologici, di identità o altra ragione sono state emarginate o addirittura escluse dall’esposizione museale.

Per rispondere al tema e presentare opere “inesponibili” in continuità con il tema proposto da ICOM, sabato 20 maggio per la tredicesima edizionedella Notte europea dei Musei alle ore 19  inaugura “La Musa Mutilata, un’esposizione temporanea di sculture di Antonio Canova non ancora restaurate e mai esposte prima con apertura serale straordinaria del Museo Civico fino alle ore 24 e con ingresso libero a partire dalle ore 19.

“Abbiamo scelto di mostrare la bellezza conturbante delle opere di Canova da restaurare e dare la possibilità di ammirarle durante una visita notturna” dichiara Chiara Casarin, direttrice dei Musei Civici. “Osservare con occhio critico la scultura di Ebe o il busto di Eleonora d’Este significa riflettere contemporaneamente su ciò che occorre ricordare e su quanto deve essere ancora affrontato. La mostra si propone non solo come un invito al visitatore ad ampliare un tema che rinvia alla storia e alle memorie di Bassano del Grappa, ma vuole accrescere una sensibilità su tematiche complesse museali come il restauro e la conservazione, svelando quanto solitamente viene sottratto alla fruizione e quindi, molto spesso, rimane inedito”.

Inoltre dal fondo documentale conservato nell’Archivio storico comunale sono stati selezionati due manifesti, databili 1943-1945 giunti ai nostri giorni in critiche condizioni, ma meritevoli di tornare a piena godibilità per il pregio grafico del pezzo oppure per la validità di una firma come quella di Gino Boccasile. L’intervento in corso prevede il risarcimento delle lacune, la velatura degli strappi, il ricollaggio dell’intero supporto cartaceo.

Il restauro si inserisce nel programma di lavoro del Laboratorio di restauro, attivato nell’Archivio storico con il progetto di Servizio civile nazionale “Carte in regola” condotto dalla dott. Giada Liuzzo e da Giorgia Nichele.

Dopo l’inaugurazione è prevista una visita guidata gratuita del percorso espositivo.

Info e contatti

Museo Civico

Piazza Garibaldi 34

Bassano del Grappa (VI)

T 0424 519901 / 519904

museo@comune.bassano.vi.it

Pubblicato e aggiornato: mercoledì, 17 maggio 2017