Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Comune di Bassano del Grappa e Università di Padova - Una convenzione per il restauro del Ponte degli Alpini

Comune di Bassano del Grappa e Università di Padova - Una convenzione per il restauro del Ponte degli Alpini

Il Comune di Bassano del Grappa e l’Università di Padova affronteranno insieme l’importante operazione di consolidamento e restauro del Ponte degli Alpini sulla base di una convenzione, in via di definizione proprio in questi giorni, che permetterà di approfondire ulteriormente le problematiche dell’antico manufatto e di stabilire una programmazione in grado di definire tutti i passaggi necessari per restituire al simbolo per eccellenza della nostra città bellezza e funzionalità.

L’annuncio è stato dato nel corso di una conferenza stampa tenutasi questa mattina, 22 luglio 2014; una data scelta non a caso: cade oggi infatti il “compleanno” della città.

Quello del Ponte è stato fin da subito un tema prioritario per la nuova Amministrazione, che dopo avere visionato le analisi, la documentazione e i passaggi già affrontati negli anni e mesi scorsi ha deciso di affidarsi, per il proseguo, ad un ente di assoluto prestigio come l’Università padovana e alle indubbie competenze di uno dei suoi più illustri esponenti, il professor Claudio Modena, ordinario di Tecnica delle costruzioni e titolare dei corsi di Problemi Strutturali dei Monumenti e dell’Edilizia Storica e Progetto di Ponti.

La convenzione definisce un piano programmatico suddiviso sostanzialmente in tre fasi: la diagnosi, il progetto di restauro e l’esecuzione dei lavori suddivisa per stralci, sia per calibrare i lavori dal punto di vista della stagionalità che per il recupero dei finanziamenti.

Dati e progettualità alla mano, inizieranno altri due percorsi: la messa a punto dei passaggi amministrativi che identificheranno le procedure da seguire per l’affidamento e la direzione dei lavori da un lato, la costituzione di un comitato allargato che si occupi del reperimento fondi e di controllo dall’altro.

L’Amministrazione  identificherà anche un sito in città dove allestire una postazione nella quale le persone interessate potranno conoscere, oltre alla storia del Ponte, il progetto di restauro e lo stato dei lavori.

Pubblicato e aggiornato: martedì, 22 luglio 2014