Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » “Ci metto la faccia” - La Biblioteca civica aderisce alla campagna nazionale dedicata a tutti i lettori invisibili

“Ci metto la faccia” - La Biblioteca civica aderisce alla campagna nazionale dedicata a tutti i lettori invisibili

La Biblioteca Civica di Bassano del Grappa e la Libreria Palazzo Roberti aderiscono alla campagna nazionale “Ci metto la faccia”, dedicata ai tanti lettori che resistono e continuano a leggere in Italia.

L’iniziativa ha lo scopo di creare attenzione attorno alla lettura in un paese, l’Italia, nel quale – come rilevano impietosamente i dati ISTAT – si legge sempre meno.

Per dare volto ai lettori bassanesi che volessero sostenere in prima persona la campagna nazionale, la biblioteca e la libreria di via Jacopo Da Ponte si sono unite in questo progetto. Bambini, ragazzi, giovani, adulti, scuole sono invitati a scegliere un libro speciale: un libro, ad esempio, che ci ha accompagnati in un momento, vicino o lontano, della nostra vita, un libro che portiamo nel cuore, un libro che parla con noi, che parla di noi, un libro che ci ha sorpresi o che ci fatto ridere, piangere e divertire.

Con il libro potranno recarsi in biblioteca o nella libreria nei giorni dal 23 al 30 aprile dove troveranno uno spazio appositamente predisposto nel quale scattare una loro foto che li ritrae accanto al libro scelto. I volti di tutti i lettori che partecipano all’iniziativa saranno caricati in un portale digitale, assieme ai titoli dei libri preferiti e alle citazioni delle frasi più belle presentate dai lettori stessi.

Testimonial della campagna nazionale sono molte personalità illustri del mondo della cultura, come Marco Paolini, Tiziano Scarpa, Gian Antonio Stella, che per primi hanno deciso di “metterci la faccia”.

La Libreria Palazzo Roberti quest’anno ha deciso di sostenere anche l’adesione della Biblioteca Civica e della scuole cittadine all’edizione 2014-2015 del progetto “Città invisibili”, un progetto culturale volto ad avvicinare le giovani generazioni alla lettura, alla letteratura per l’infanzia, all’arte, alla scienza e alle diverse forme del linguaggio della creatività e dell’immaginazione. Il progetto coinvolgerà, a partire dal prossimo autunno, le scuole cittadine e la biblioteca civica in momenti formativi, incontri, progetti ed elaborati curati dagli studenti e dagli insegnanti.

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 17 aprile 2014