Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Arriva “Astorica GSG”, la prima Granfondo ciclistica “Città di Bassano”

Arriva “Astorica GSG”, la prima Granfondo ciclistica “Città di Bassano”

Immagine decorativa

Appuntamento al 5 luglio con partenza da Viale De Gasperi – Tre i percorsi: uno corto di 117 chilometri, uno medio di 160 ed uno lungo di 235 – Saranno toccate le località della Grande guerra (Montello, Grappa, Altopiano di Asiago) nel centenario dell’entrata in guerra dell’Italia

 

Bassano, terra di ciclisti e di grandi campioni, non poteva non pensare ad una manifestazione che la lanciasse nell’Olimpo delle più importanti kermesse ciclistiche: una Granfondo. E’ da anni che Rino Piccoli, uno dei protagonisti dei mondiali su pista dell’85, il regista delle tanto rimpiante “Sei giorni”, il presidente dei “Veterani dello sport”, il coordinatore del settore pista per il Veneto, anima e mente del neonato Gruppo sportivo Velodromo Rino Mercante, sta cullando questo sogno. Ed il sogno ora è diventato realtà grazie all’aiuto importante dell’ex campione del mondo su pista, Cipriamo Chemello e di suo genero, Alessandro Rossi.

Scatterà così  domenica cinque luglio la prima Granfondo ciclistica “Città di Bassano”, che traduce nel dialettale “Astorica”  il nome italiano di “La storica”. Storica perché?, ci si chiederà, ma perché questo è l’anno in cui si ricorda il secolo trascorso dall’entrata in guerra dell’Italia contro l’Austria-Ungheria. I ciclisti, che si cimenteranno nei tre percorsi (uno corto di 117 chilometri, uno medio di 160 ed uno lungo di 235), andranno a ripercorrere, in bici, quelle strade che testimoniarono il passaggio dell’esercito italiano chiamato a difendere la Patria dalle mire colonialiste della vicina nazione teutonica.

La Granfondo “Astorica”, che gode del patrocinio del Comune di Bassano ed è sponsorizzata dalla GSG di  Simone Fraccaro, è forte dell’appoggio del G.S. Velodromo Rino Mercante , dei Veterani dello sport e degli alpini della sezione Ana Montegrappa.

 Tre dicevamo i tracciati proposti. Il più corto prevede la partenza alle 8,30 di domenica 5 luiglio da Viale De Gasperi verso Viale Venezia. I 117 chilometri da coprire vedranno l’attraversamento per lo più di centri del Trevigiano da Vallà, a Pagnano, a La Valle, a Onigo, a Ciano con la salita più impegnativa dell’intero percorso a Santa Maria della Vittoria, a Crocetta del  Montello, a Maser, ad Asolo, a Pagnano a Fonte Alto per rientrare nel  Vicentino a Mussolente e tornare quindi in città al traguardo di Viale De Gasperi. Questo itinerario renderà omaggio alla zona del Montello , teatro di cruente battaglie nella Grande guerra.

Il percorso medio, di 160 chilometri, con partenza da Viale De Gasperi alle 7,45, ricalcherà, nella fase iniziale, quello corto, ma , dopo Asolo, prenderà la via per Castelcucco,  Cavaso del Tomba, Pederobba. Da qui comincerà la salita verso il Monte Tomba, la Vedetta dell’Archeson e Cima Grappa, con discesa per Campocroce, Borso, Romano ed arrivo sempre in Viale  De Gasperi. In questo caso si vogliono ricordare le tragiche giornate vissute dai combattenti nelle varie località del Massiccio dopo la rotta di Caporetto fino alla Vittoria.

Il tracciato più lungo (ben 235  chilometri), con partenza alle sette,   rifà la strada di quello medio fino alla discesa dal Grappa per poi veleggiare verso Marostica e salire a Rubbio, toccando Asiago, Gallio, Foza, con rientro da Valstagna lungo la Valbrenta fino all’arrivo di Viale De Gasperi. Quest’ultimo itinerario vuole toccare l’altro fronte caldo della Grande guerra: l’Altopiano di Asiago.

Le iscrizioni sono già aperte e le notizie legate a questa prima edizione della Granfondo ciclistica  “Città di Bassano”, si possono leggere nel sito www.astoricagsg.it .

Pubblicato e aggiornato: lunedì, 16 febbraio 2015