Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Accensione degli impianti di riscaldamento: le regole e le deroghe

Accensione degli impianti di riscaldamento: le regole e le deroghe

Visto il precipitare delle temperature di questi giorni, è opportuno ricordare quali siano le norme che regolano l’accensione dei sistemi di riscaldamento e quali siano le deroghe che si possono applicare.

Il Comune di Bassano del Grappa appartiene alla zona climatica "E" (in una scala che va da "A" a "F") per la quale è consentita l’attivazione degli impianti termici dal 15 ottobre al 15 aprile, con un tetto massimo giornaliero di 14 ore (articolo 4, DPR 74/2013 - Limiti di esercizio degli impianti termici per la climatizzazione invernale).

Da tale restrizione sono esclusi i luoghi sensibili quali ospedali e case di cura, scuole materne e asili nido, edifici che ospitano attività industriali e artigianali, nei casi in cui ostino esigenze tecnologiche o di produzione.

Tuttavia, in caso di condizioni climatiche avverse e di eccessivo freddo, come ad esempio quello che si registra in questi giorni, l'attuale legge (D.P.R. 74/2013) permette l'accensione degli impianti di riscaldamento anche per tutti gli altri casi (come residenze private, alberghi, scuole primarie e secondarie ed altro), purché si rispettino il tetto massimo giornaliero delle sette ore e un livello massimo della temperatura di 20° centigradi (art. 4 comma 4 del DPR 74/2013).

“Ricordiamo che la motivazione per cui vengono imposte le limitazioni è che il riscaldamento dei nostri luoghi di vita contribuisce, talora in modo consistente, all’inquinamento dell’aria che respiriamo – spiega il Sindaco Riccardo Poletto - Il tema dell’inquinamento dell’aria, trattato di recente (23 settembre) al Tavolo tecnico zonale per la tutela e il risanamento dell’atmosfera in Provincia di Vicenza, composto da Provincia, Comuni, Arpav e Ulss vicentine, ci impone di rammentare che l’uso ragionevole dei sistemi di riscaldamento è un dovere di tutti, per il bene di tutti”.

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 13 ottobre 2016