Ti trovi in:

Home » Cittadino » Pagare i tributi » ICI (in vigore fino al 31/12/2011)

ICI (in vigore fino al 31/12/2011)

ISTRUZIONI PER VERSAMENTI E DICHIARAZIONI ANNO 2011

ATTENZIONE: È stato modificato,con decorrenza 01.01.2008, il regolamento comunale delle entrate, che, fra le diverse novità, modifica anche il regime delle pertinenze.

Si riporta di seguito il testo dell'articolo modificato:

Regolamento delle Entrate Tributarie - Articolo 33 - Definizione di fabbricato - Precisazioni

  1. Alle definizioni introdotte dall'articolo 2, comma 1, del Decreto legislativo n°504 del 1992 si aggiunge la precisazione che per i fabbricati, agli effetti dell'applicazione delle aliquote e delle agevolazioni dell'imposta si considerano parti integranti dell'abitazione principale le sue pertinenze anche se iscritte distintamente in catasto purché siano durevolmente ed esclusivamente asservite alla predetta abitazione, nella misura di una unità immobiliare per ciascuna categoria C2, C6 e C7.
  2. Ai fini dell'applicazione del precedente comma si intende pertinenza, ai sensi dell'articolo 817 del Codice Civile il garage o box o posto auto, la soffitta, la cantina e il ricovero attrezzi. In ogni caso non costituiscono pertinenza le aree edificabili separatamente accatastate.
  3. L'assimilazione opera a condizione che il proprietario o titolare di diritto reale di godimento, anche se in quota parte, dell'abitazione nella quale abitualmente dimora sia proprietario o titolare di diritto di godimento, anche se in quota parte, della pertinenza.
  4. Resta fermo che l'abitazione principale e le sue pertinenze continuano ad essere unità immobiliari distinte e separate, a ogni altro effetto, ivi compresa la determinazione, per ciascuna di esse del proprio valore secondo i criteri previsti dal Decreto legislativo n° 504/1992.

 ALIQUOTE 2011  

Esenzione ici abitazione principale D.L. 93/2008

Le aliquote stabilite dal Comune per la determinazione dell'imposta dovuta per il 2011, approvate dal Consiglio Comunale con la propria deliberazione n. 105 del 20 dicembre 2010 (vedi documenti correlati) sono le seguenti:

  • 7 per mille: aliquota ordinaria
  • 4,2 per mille : aliquota ridotta per l'abitazione principale delle persone fisiche e dei soci assegnatari di cooperative edilizie a proprietà indivisa, aventi residenza anagrafica in questo Comune, che non rientrano nei casi di esclusione previsti per legge, limitatamente al periodo per il quale la destinazione medesima si verifica. L'aliquota ridotta si applica, ove previsto per l'abitazione principale, anche alle sue pertinenze nel limite di una unità immobiliare per ciascuna categoria C2, C6, C7. Per le restanti pertinenze si applica l'aliquota del 7,00 per mille.
  • 7 per mille per gli alloggi non locati da meno di due anni
  • 9 per mille per gli alloggi non locati da almeno 2 anni.

L'aliquota per alloggi non locati da almeno 2 anni non si applica nei seguenti casi, per i quali l'imposta va liquidata applicando l'aliquota ordinaria del 7 per mille:

  • all'unità immobiliare data in uso gratuito ad un proprio familiare, a condizione che lo stesso vi dimori abitualmente e ciò risulti dall'iscrizione anagrafica e dal normale utilizzo dei servizi di rete;
  • all'unità immobiliare già utilizzata come abitazione principale da contribuenti trasferiti temporaneamente per ragioni di lavoro in altro Comune;
  • all'unità immobiliare in comproprietà utilizzata integralmente come residenza principale di uno o più comproprietari;
  • all'unità immobiliare tenuta a disposizione in Italia da contribuenti residenti all'estero ed iscritti all'Aire di Bassano del Grappa;

Si precisa inoltre che:

  • per le abitazioni inagibili con regolare autocertificazione protocollata agli atti del comune, a norma del regolamento comunale, va applicata l'aliquota ordinaria del 7 per mille;
  • per l'abitazione tenuta a disposizione dal soggetto passivo, considerando tale l'immobile di categoria A (diverso da A/10) per il quale il proprietario è iscritto nei ruoli della Tassa Smaltimento Rifiuti, e ha sottoscritto un regolare contratto di allacciamento all'energia elettrica e al sevizio acquedotto a nome del soggetto passivo stesso, l'aliquota da applicare è del 7 per mille;
  • per le abitazioni tenute a disposizione (non locate) dai cittadini italiani residenti all'estero non iscritti all'Anagrafe dei Residenti all'Estero (AIRE) di Bassano del Grappa, l'aliquota da applicare è del 9 per mille;
  • Zero virgola uno per mille per gli immobili dati in locazione a canone agevolato con contratto stipulato conformemente ai patti territoriali siglati in Comune di Bassano a norma della Legge 431 del 1998 e successivo decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti del 30 dicembre 2002, da applicare con le modalità e criteri che seguono:
  1. l' aliquota potrà essere applicata dal soggetto passivo su immobili di categoria A con esclusione delle abitazioni classificate in categoria A1, A8, A9 e gli immobili storici a norma del decreto legislativo. 490 del 1999;
  2. l'aliquota si applica anche alle pertinenze inserite nel contratto di locazione a canone a agevolato con il limite di una sola pertinenza per ciascuna categoria C/2-C/6 – C/7;
  3. tra locatore e locatario non deve intercorrere rapporto di parentela o affinità, diretta o collaterale, di primo o secondo grado;
  4. l'immobile dovrà essere locato ad una persona fisica che lo destini a propria abitazione principale, come definita dall'articolo 37 commi 1 e 2;
  5. la destinazione ad abitazione principale, dovrà essere indicata nel contratto di locazione, e dovrà risultare dall'iscrizione anagrafica e dal normale utilizzo dei servizi di rete intestati ad uno dei locatari; si ritiene opportuno precisare che in caso di più intestatari del contratto di locazione con nuclei familiari distinti il requisito dell’iscrizione anagrafica deve essere soddisfatto per ognuno;
  6. l' aliquota si applica dalla data di decorrenza del contratto in ragione dei mesi di vigenza del contratto;
  7. per il primo anno di validità del contratto il soggetto passivo dovrà comunicare, allegandone copia, su apposito modello (vedi documenti correlati) predisposto dall'Ufficio Tributi, l'avvenuta stipula e registrazione del contratto, allegando copia dello stesso, e la sussistenza dei requisiti necessari, per gli anni successivi il soggetto passivo è tenuto a comunicare per iscritto, entro il 31 dicembre di ogni anno, il permanere delle condizioni di cui alla comunicazione originaria allegando copia dell'attestazione del versamento della dovuta imposta di registro. (Orari ufficio Protocollo: dal lunedì al venerdì 9.00 - 12.15 - giovedì anche 16.00 - 17.30)
  8. ai fini dell'applicazione dell'aliquota agevolata, il contratto deve avere una durata minima di tre anni; qualora il contratto si risolva per qualsiasi ragione prima della scadenza inizialmente prevista, per il medesimo fabbricato è ammessa una sola ulteriore richiesta di applicazione dell'aliquota agevolata fino alla scadenza prevista dal primo contratto risolto;
  9. la cessazione degli effetti del contratto di locazione deve essere comunicato al Servizio Tributi entro il 31 dicembre dell'anno di riferimento, in caso contrario il beneficiario decade e si procederà al recupero dell'imposta dalla data di stipula del contratto.
  10. la comunicazione per l'anno 2011 dovrà essere presentata tassativamente entro il 31 dicembre 2011 all'Ufficio Protocollo comunale, a pena dell'inapplicabilità dell'aliquota agevolata.
DETRAZIONE PER ABITAZIONE PRINCIPALE:

DETRAZIONE COMUNALE:

Viene fissata in euro 104,00 la detrazione per l'anno 2011 per l'abitazione principale del soggetto passivo che non rientra nei casi di esclusione definiti per legge.

DETRAZIONE PER FAMILIARI CON HANDICAP:

La detrazione per l'abitazione principale, che non rientra nei casi di esclusione definiti per legge, è pari a Euro 208,00, qualora il contribuente o un suo familiare convivente sia portatore di handicap e siano soddisfatti contemporaneamente tutti i seguenti requisiti:

  1. un componente del nucleo familiare del contribuente è riconosciuto portatore di handicap ai sensi dell'articolo 3 della Legge 5 febbraio 1992, n° 104 o è dichiarato invalido civile, in entrambi i casi con percentuale di invalidità al cento per cento.
  2. il reddito imponibile complessivo del nucleo familiare del soggetto passivo, determinato per l'anno 2010, non supera l'importo di Euro 30.000,00;
  3. il soggetto passivo è proprietario, sull'intero territorio nazionale, della sola unità immobiliare direttamente adibita ad abitazione principale e delle relative pertinenze.

Per usufruire della maggiore detrazione, deve essere presentata all'Ufficio Tributi del Comune, entro e non oltre il 31 dicembre 2011, copia della certificazione rilasciata dagli organi abilitati e copia della dichiarazione dei redditi anno 2010 o, in alternativa, una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà attestante i requisiti di cui ai punti precedenti; (modulistica (vedi documenti correlati))  

 PAGAMENTO DELL'IMPOSTA

  •  Con modello F24 - L'imposta I.C.I. è pagabile anche in compensazione con crediti derivanti da IRPEF, IRPEG, IVA, premi previdenziali, ecc.

Non è ancora possibile la compensazione con crediti I.C.I..

Il codice ente è A703 -Il modello F24 e le istruzioni sono disponibili sul sito dell'Agenzia delle Entrate: www.agenziaentrate.it.

I codici da utilizzare per il pagamento sono i seguenti:

3901 ICI per abitazione principale;

3902 ICI per terreni agricoli;

3903 ICI per aree fabbricabili;

3904 ICI per altri fabbricati.

  •  Con bollettino di  conto corrente postale n° 8934139, intestato a: COMUNE DI BASSANO DEL GRAPPA - ICI - SERVIZIO TESORERIA

DICHIARAZIONE ICI 2010:

 La dichiarazione ICI 2010 deve essere presentata, per i casi previsti, sull'apposito modello, approvato con decreto ministeriale, e va consegnata o spedita con raccomandata semplice al Comune entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi.

INFORMAZIONI: Per il ritiro dei modelli di Dichiarazione e per ulteriori informazioni relative all'imposta ci si può rivolgere all'Ufficio Tributi.

Pubblicato: mercoledì, 09 novembre 2011 - Ultimo aggiornamento: venerdì, 10 maggio 2019