Ti trovi in:

Home » Cittadino » Albo delle Associazioni » Sportive » A.S.D. SREET COMBAT - SYSTEM - SCUOLA DI JU-JITSU

A.S.D. SREET COMBAT - SYSTEM - SCUOLA DI JU-JITSU

Indirizzo
via Isonzo, 23 Romano D'Ezzelino
Telefono
3477742736
Codice Fiscale / Partita IVA
94217270639
Sede legale

via Isonzo, 23  Romano D'Ezzelino

Sede operativa

via Isonzo, 23  Romano D'Ezzelino

Recapito postale
via Isonzo, 23
Anno di costituzione
2002
Presidente
Urciolo Tiziana
Comitato direttivo
Presidente- Urciolo Tiziana
Vice presidente- Feliciotti Luciana
Segretario - Urciolo Francesco
Consigliere- Stanzione Pasquale
Consigliere- Feliciotti Armando
Ambito di intervento
Sportivo
Obiettivi

a)      L’associazione accetta di conformarsi incondizionatamente ai principi dell’ordinamento sportivo e si conforma alle norme ed alle direttive del Coni, delle Federazioni sportive Nazionali e/o dell’Ente di Promozione sportiva a cui deciderà di aderire. Costituiscono quindi parte integrante del presente statuto le norme dello statuto e dei regolamenti delle Federazioni e/o Enti di Promozione Sportiva per quanto riguarda l’organizzazione o la gestione degli affiliati;

b)      Contribuire allo sviluppo sportivo, sociale e civile dei cittadini e alla sempre più ampia diffusione della democrazia e della solidarietà nei rapporti umani, nonché alla pratica ed alla difesa delle libertà civili, individuali e collettive;

c)        Favorire l’estensione, lo sviluppo, la diffusione e la promozione delle attività sportive connesse al Ju Jitsu, che uniscono l’equilibrio al controllo del corpo. Per il miglior raggiungimento degli scopi sociali l’associazione potrà partecipare a gare, saggi, esibizioni, manifestazioni, di Ju Jitsu e di altre discipline di Arti Marziali. Tutto questo al fine di migliorare la salute fisica e mentale dei soci, organizzando servizi ed attività connesse alla pratica di tali discipline, comprese eventuali attività didattiche;

d)       L’Associazione può altresì promuovere lo sviluppo delle attività di altre discipline sportive;

e)      Avanzare proposte agli enti pubblici partecipando attivamente alle forme decentrate di gestione democratica del potere locale; ai consigli di scuola e d’istituto per un’adeguata programmazione sportiva sul territorio;

f)        Organizzare servizi, attività sportive, manifestazioni, gare, stage, corsi di formazione, incontri, scambi e concorsi, per poter soddisfare le esigenze di conoscenza, di svago e di ricreazione dei soci. Negli spazi dove l’associazione svolgerà le proprie attività potranno essere organizzate iniziative sportive, ricreative, culturali e turistiche;

g)       Far conoscere i benefici dello sport organizzando corsi d’addestramento e seguendo la preparazione e il mantenimento della forma fisica dei soci. Assistere gli associati nella scelta e nell’acquisto del vestiario e attrezzature sportive e quant’altro serve per promuovere iniziative che siano da supporto alla promozione sportiva ed alla diffusione dei principi e dei valori dell’associazione;

h)      Gestire e possedere, prendere o dare in locazione qualsiasi tipo d’impianto sportivo, sia immobile che mobile da mettere a disposizione dei propri soci. Prendere o dare sponsorizzazioni e contributi sia ad enti pubblici che privati, prestare servizi o fare accordi con altri enti, associazioni o terzi in genere, nonché trasferire la propria sede o aprire sedi secondarie in Italia o all’estero;

i)        L’Associazione è caratterizzata dalla democraticità della struttura interna, dall’eguaglianza dei diritti di tutti gli associati e dell’elettività delle cariche associative. Si avvarrà prevalentemente delle prestazioni volontarie e gratuite dei propri soci e non può assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo se non per assicurare il regolare funzionamento delle strutture o per qualificare le sue attività, potrà inoltre erogare compensi, premi, indennità di trasferta e rimborsi forfetari nei limiti e con le modalità previste dall’art. 25 della legge n. 133/99 e successive modificazioni ed integrazioni, sia per l’esercizio diretto di attività sportive dilettantistiche che nell’ambito amministrativo-gestionale a condizione che detti importi non eccedano il limite che possa presupporre ad una indiretta distribuzione di utili;

j)        Gestire uno spaccio interno condotto direttamente, ad uso esclusivo dei propri soci per la somministrazione d’alimenti e bevande che diventi il punto di ristoro, d’incontro ed il luogo dove sono ideate ed organizzate le varie iniziative e manifestazioni di carattere sportivo-ricreativo;

k)      Porre in essere attività di natura commerciale in diretta attuazione delle finalità istituzionali ed in conformità alle normative civili e fiscali in vigore per le associazioni sportive dilettantistiche e gli enti non commerciali.

Pubblicato e aggiornato: martedì, 09 aprile 2019