Ti trovi in:

Home » Vivi la città » Territorio » La Via del Brenta

La Via del Brenta

Ciclopista del Brenta

La "Via del Brenta" è un progetto che supera i confini per promuovere un unico territorio, quello situato lungo il fiume Brenta, che inizia dal Trentino, scende da Levico Terme per la Valsugana, arriva a Bassano del Grappa, sfiora Padova per giungere a Venezia attraverso la Riviera del Brenta.

Centosettantacinque chilometri carichi di emozioni e suggestioni alla scoperta di un ricchissimo patrimonio fatto di storia, arte, cultura, natura ed enogastronomia in un susseguirsi continuo di scenari spettacolari da percorrere su strada, in treno o sull'acqua, sino a "sfociare" nella splendida laguna veneziana.
Un percorso unico e originale in cui si alternano protagoniste le acque del fiume, delle terme e dei laghi, attraversando suggestive meraviglie: il castello di Pergine che, dall'alto del Colle Tegazzo, domina la valle; i rilassanti trattamenti termali di Levico, Vetriolo e Roncegno Terme; il suggestivo abitato di Borgo Valsugana ed i magnifici scorci della Catena del Lagorai; l'emozione racchiusa nelle grotte di Oliero e, ai piedi del Massiccio, Bassano del Grappa, la città degli Alpini. Il celebre ponte ligneo ha creato un legame così saldo con il corpo militare che, dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale, tornò al suo massimo splendore proprio per volontà degli Alpini che ne resero possibile la ricostruzione nel 1948, attraverso una sottoscrizione popolare.
Se anticamente erano le zattere a solcare le acque del Brenta, per trasportare il legname dalla montagna alle città, oggi, grazie ad esperte guide fluviali, potrete ammirare il fiume avventurandovi a bordo di battelli-zattere, provando il brivido del rafting, l'esperienza del river trekking, del kayak o della canoa.
Per gli amanti delle due ruote, la Via del Brenta corre parallela alla ciclopista che costeggia il fiume, partendo da Levico Terme per giungere a Borgo Valsugana in un diramarsi di scorci naturalistici, proseguendo per Ospedaletto, Tezze e Primolano. Qui si passa sotto alle alte rocce nei punti più stretti e suggestivi della valle, raggiungendo le rapide di Valstagna fino a Cismon.
Da Bassano, delle piacevoli deviazioni toccano Marostica con la sua piazza degli scacchi, Castelfranco Veneto e Possagno, terre natie di Giorgione e Canova, Asolo, la città dai cento orizzonti tanto amata da Eleonora Duse, Cittadella con le sue maestose porte e la cinta muraria.
Oltre Carmignano, a Piazzola sul Brenta si erge in tutta la sua eleganza la palladiana Villa Contarini, mentre Padova, patrimonio culturale unico, saprà sorprendere le vostre aspettative!
Da Stra, al cospetto della solenne Villa Pisani, i battelli solcano le acque del fiume lungo la romantica Riviera del Brenta, proponendovi una forma alternativa di visita, sulle vie degli antichi burchielli veneziani, attraverso i mulini di Dolo, nella superba Villa Widdmann di Mira, sino alla palladiana Villa Foscari, detta la Malcontenta, alle porte della Serenissima città dei Dogi, Venezia.

www.laviadelbrenta.it

Pubblicato: mercoledì, 11 gennaio 2012 - Ultimo aggiornamento: giovedì, 12 gennaio 2012