Ti trovi in:

Home » Comunicazione » Notizie » Coronavirus: aggiornamenti

Immagine decorativa

Coronavirus: aggiornamenti

AGGIORNAMENTO 26/03/2020, ORE 7:00

Pubblicato il Decreto Legge 25 marzo 2020, n. 19,  "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19"  (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 79 del 25.03.2020 ). Per le disposizioni del decreto legge, si veda l'allegato n. 32.

In allegato:

  • l'ordinanza contingibile e urgente, n. 1 del 23/02/2020, del Ministro della Salute di intesa con il Presidente della Regione Veneto "Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019";
  • i chiarimenti interpretativi emessi dalla Regione Veneto in data 24/02/2020;
  • il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 25.02.2020;
  • il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 01.03.2020, avente ad oggetto "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19";
  • il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 04.03.2020, avente ad oggetto "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale";
  • l'avviso in data 05.03.2020 a firma del Presidente dell'ISACC "Cima Colbacchini", in attuazione dell'art. 1 comma 1 lett. m) del DPCM 04.03.2020 (relativo all'accesso alle strutture residenziali per anziani);
  • l'avviso pubblico prot. n. 17189 del 06.03.2020 a firma del Sindaco, in attuazione dell'art. 2 comma 1 lett. i) del DPCM 04.03.2020 (relativo agli obblighi di comunicazione all'ULSS e al medico di base posti a carico dei soggetti provenienti dalle "zone rosse");
  • il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 08.03.2020;
  • il modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazione da utilizzare da parte di chi deve spostarsi per "comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute " verso le c.d. "zone arancioni" (in Veneto, verso le Province di Padova, Treviso e Venezia);
  • il comunicato del Ministero dell'Interno in data 08.03.2020 relativo alla Direttiva del Ministro dell'Interno Luciana Lamorgese ai Prefetti per l’attuazione dei controlli nelle “aree a contenimento rafforzato”;
  • la Circolare del Ministero dell'Interno - Dipartimento della Pubblica Sicurezza prot. n. 1425/2020, avente ad oggetto "Indicazioni operative per l'attuazione del D.P.C.M. 9 marzo 2020, recante misure urgenti per il contenimento del "COVID-19". Aggiornamento del modello da utilizzare per le autodichiarazioni";
  • il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 09.03.2020;
  • le FAQ pubblicate sul sito del Governo Italiano in merito all'applicazione del DPCM 9 marzo 2020;
  • la tabella riepiogativa delle modalità di accesso e degli orari di apertura al pubblico dei Servizi e Uffici comunali, in esecuzione del decreto del Sindaco prot. n. 18481 dell'11.03.2020;
  • il Decreto del Sindaco prot. n. 18481 dell'11.03.2020;
  • il provvedimento del Sindaco prot. n. 18467 dell'11.03.2020, relativo alla sospensione del mercato settimanale del giovedì mattina e del sabato mattina e alla chiusura ai privati dell'accesso al mercato ortofrutticolo;
  • il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 11.03.2020;
  • il provvedimento del Sindaco prot. n. 18992 del 13.03.2020 (che sostituisce il precedente provvedimento prot. n. 18467 dell'11.03.2020), relativo alla sospensione del mercato settimanale del giovedì mattina e del sabato mattina, alla sospensione del mercato agricolo della domenica mattina in Quartiere Angarano e alla chiusura ai privati dell'accesso al mercato ortofrutticolo;
  • l'Ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 29 del 12.03.2020, avente ad oggetto "Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19. DPCM del 11.03.2020. Disposizioni per il Trasporto Pubblico Locale su gomma e acqua";
  • le istruzioni "Nuovo coronavirus. Come raccogliere e gettare i rifiuti domestici", conformemente al parere dell'Istituto superiore di Sanità prot. n. 8293 del 12.03.2020;
  • il Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, siglato dal Governo e dalle Parti sociali in data 14.03.2020;
  • il Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 37 del 16.03.2020, relativo all'approvazione del Decreto Legge "Cura Italia", il quale introduce misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19;
  • la sintesi del Decreto Legge "Cura Italia", attraverso le slides predisposte dal Governo;
  • il testo del Decreto Legge 17.03.2020, n. 18, c.d. Decreto "Cura Italia", pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 70 del 17.03.2020;
  • l'ordinanza del Sindaco n. 124 del 20.03.2020, avente ad oggetto "Ordinanza contingibile e urgente a scopo precauzionale per il contenimento del rischio di diffusione del "coronavirus" COVID-19 - chiusura al pubblico di tutti i cimiteri comunali";
  • l'ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 33 del 20.03.2020, "Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Disposizioni per il contrasto dell'assembramento di persone"  (BUR n. 37 del 20.03.2020 );
  • l'ordinanza del Ministro della Salute in data 20.03.2020, "Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale" (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 73 del 20.03.2020 );
  • l'ordinanza del Ministro della Salute e del Ministro dell'Interno in data 22 marzo 2020, "Ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale" (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 75 del 22.03.2020 );
  • il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 22.03.2020, con il suo Allegato 1 (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 76 del 22.03.2020 );
  • l'ordinanza del Sindaco reg. unico n. 129 del 23.03.2020, avente ad oggetto "Ordinanza contingibile ed urgente a scopo precauzionale per il contenimento del rischio di diffusione del "coronavirus" COVID-19 – prescrizioni per le ditte concessionarie di stand e/o aree di vendita presso il Mercato ortofrutticolo all’ingrosso comunale";
  • l'ordinanza del Sindaco reg. unico n. 130 del 24.03.2020, avente ad oggetto "Ordinanza contingibile ed urgente a scopo precauzionale per il contenimento del rischio di diffusione del "coronavirus" COVID-19 - sospensione dell’esercizio dei giochi leciti (es. lotto, 10 e lotto, new slot e vendita gratta e vinci e assimilati) all’interno degli esercizi commerciali “misti” quali tabaccherie ed edicole";
  • la Circolare del Ministero dell'Interno n. 15350/117(2) Uff.III-Prot.Civ. in data 23.03.2020, avente ad oggetto "Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale";
  • il Provvedimento del Sindaco prot. n. 20832 del 25.03.2020 in materia di sospensione del mercato settimanale e del mercato agricolo di Quartiere Angarano e di accesso al mercato ortofrutticolo, valido dal 25 marzo 2020 al 3 aprile 2020;
  • il Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 38 del 24.03.2020, relativo all'approvazione di un nuovo Decreto Legge, che introduce misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19;
  • il Decreto Legge 25 marzo 2020, n. 19,  "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19"  (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 79 del 25.03.2020 );
  • il volantino predisposto dall'U.L.S.S. n. 7 con tutte le informazioni in merito alle comunicazioni obbligatorie e alle misure da osservare per chi rientra in Italia dall'estero;
  • la nota della Regione Veneto prot. n. 135771 del 27.03.2020, relativa alla disciplina delle uscite e degli spostamenti delle persone con gravi disabilità intellettive o disturbi dello spettro autistico o patologie psichiatriche ad elevata necessità di supporto;
  • modello di autodichiarazione per gli spostamenti (in formato pdf editabile), aggiornato al 26.03.2020 e modificato sulla base delle ultime misure adottate per il contenimento della diffusione del virus Covid-19;
  • l'ordinanza del Ministro della Salute in data 28.03.2020, "Ulteriori misure urgenti di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19" (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 84 del 29.03.2020).

SI VEDANO LE FAQ PUBBLICATE SUL SITO DEL GOVERNO IN MERITO ALL'APPLICAZIONE DEL DPCM 9 MARZO 2020 (Decreto #IoRestoaCasa) E DEL SUCCESSIVO DPCM 11 MARZO 2020:

http://www.governo.it/it/articolo/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/14278

SI VEDANO ANCHE LE FAQ IN MATERIA DI GESTIONE DELL'EMERGENZA DA NUOVO CORONAVIRUS PUBBLICATE SUL SITO DEL MINISTERO DELLA SALUTE:

http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=228#11

SI VEDA IL MANIFESTO CON LE RACCOMANDAZIONI SUI COMPORTAMENTI INDISPENSABILI, DA OSSERVARE DA PARTE DI CIASCUNO, IN QUESTA FASE DI EMERGENZA SANITARIA (allegato n. 11).

PER LE COMUNICAZIONI OBBLIGATORIE E PER LE MISURE DA OSSERVARE DA PARTE DI CHI RIENTRA IN ITALIA DALL'ESTERO, SI VEDA L'APPOSITO VOLANTINO PREDISPOSTO DALL'U.L.S.S. N. 7 "PEDEMONTANA", CONTENENTE TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI (ALLEGATO N. 33).

CON NOTA PROT. N. 135771 DEL 27.03.2020 LA REGIONE VENETO HA FORNITO CHIARIMENTI IN MERITO ALLE USCITE E AGLI SPOSTAMENTI DELLE PERSONE CON GRAVI DISABILITA' INTELLETTIVE O DISTURBI DELLO SPETTRO AUTISTICO O PATOLOGIE PSICHIATRICHE AD ELEVATA NECESSITA' DI SUPPORTO (ALLEGATO N. 34).

È DISPONIBILE ON LINE IL NUOVO MODELLO DI AUTODICHIARAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI (IN FORMATO PDF EDITABILE), AGGIORNATO AL 26.03.2020 E MODIFICATO SULLA BASE DELLE ULTIME MISURE ADOTTATE PER IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID-19 (ALLEGATO N. 35).

AGGIORNAMENTO 26/03/2020, ORE 7:00

Pubblicato il Decreto Legge 25 marzo 2020, n. 19,  "Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19"  (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 79 del 25.03.2020 ). Per le disposizioni del decreto legge, si veda l'allegato n. 32.

AGGIORNAMENTO 23/03/2020, ORE 8:00

Pubblicato il DPCM 22 marzo 2020 (Gazzetta Ufficiale n. 76 del 22.03.2020).  L'Allegato 1 contiene i codici ATECO e l'elenco delle attività produttive industriali e commerciali che non vengono sospese, perché essenziali. Per le misure, si vedano i documenti allegati ai numeri 26 e 26-bis.

AGGIORNAMENTO 22/03/2020, ORE 20:00

Firmato il DPCM 22 marzo 2020.  L'Allegato 1 contiene i codici ATECO e l'elenco delle attività produttive industriali e commerciali che non vengono sospese, perché essenziali. Per le misure, si vedano i documenti allegati ai numeri 26 e 26-bis.

AGGIORNAMENTO 22/03/2020, ORE 18:00

Emanata una nuova ordinanza del Ministro della Salute e del Ministro dell'Interno in data 22 marzo 2020, "Ulteriori misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale" (in corso di pubblicazione in G.U.).   Da oggi è fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. L'ordinanza rimarrà efficace fino all'entrata in vigore di un nuovo DPCM di cui all'articolo 3 del decreto legge n. 6/2020. Si veda l'allegato n. 25.

AGGIORNAMENTO 21/03/2020, ORE 8:00

Pubblicata l'ordinanza del Ministro della Salute in data 20.03.2020, "Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale"  (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 73 del 20.03.2020 ). Per le misure, si veda l'allegato n. 24.

AGGIORNAMENTO 20/03/2020, ORE 16:00

Pubblicata l'ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 33 del 20 marzo 2020,"Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Disposizioni per il contrasto dell'assembramento di persone"  (BUR n. 37 del 20.03.2020 ). Per i contenuti del provvedimento si veda l'allegato n. 23.

AGGIORNAMENTO 20/03/2020, ORE 13:00

Con ordinanza contingibile e urgente n. 124 del 20.03.2020, il Sindaco ha disposto la chiusura al pubblico di tutti i cimiteri comunali (Santa Croce, Angarano, Campese, Valrovina) sino al giorno 3 aprile incluso, garantendo, comunque, l'erogazione dei servizi di trasporto, ricevimento, inumazione, tumulazione delle salme, e ammettendo la presenza per l’estremo saluto di un numero massimo di dieci persone. Si veda l'allegato n. 22.

AGGIORNAMENTO 18/03/2020, ORE 08:00

Pubblicato il Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18,  "Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19"  , c.d. Decreto "Cura Italia" (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 70 del 17.03.2020 ). Per le disposizioni del decreto legge, si veda l'allegato n. 21-ter.

AGGIORNAMENTO 12/03/2020, ORE 08:00

Pubblicato il DPCM del 11 marzo 2020, "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale" (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 64 dell'11.03.2020 ). Per le misure, si veda l'allegato n. 15.

AGGIORNAMENTO 11/03/2020, ORE 14:00

Con Decreto prot. n. 18481 dell'11.03.2020 il Sindaco ha disciplinato le modalità di accesso e l'orario di apertura al pubblico dei Servizi e Uffici comunali fino al 3 aprile 2020, ovvero finché perdurerà l'emergenza epidemiologica in atto da COVID-19.  Si veda l'allegato n. 12 (tabella riepilogativa orari e modalità di accesso).

AGGIORNAMENTO 10/03/2020, ORE 8:00

Pubblicato il DPCM del 9 marzo 2020, "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale" (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 62 del 09.03.2020 ). Con questo DPCM le misure già previste dall'art. 1 del DPCM 08.03.2020 per la Regione Lombardia e per 14 Province sono estese all'intero territorio nazionale (e dunque anche alla Provincia di Vicenza e al territorio bassanese); sull'intero territorio nazionale è inoltre vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

AGGIORNAMENTO 09/03/2020, ORE 8:00

A seguito del nuovo DPCM dell’8 marzo 2020, si sintetizzano le misure valide per il Bassanese e l’intera Provincia di Vicenza (e per gli altri territori indicati all’art. 2) da domenica o 8 marzo 2020 a venerdì 3 aprile 2020:

❌ RIUNIONI, EVENTI SOCIALI: sospesi;

❌ MANIFESTAZIONI e SPETTACOLI: sospensione di tutte le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico che privati. Sospensione delle attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati, con sanzione della sospensione dell'attività in caso di violazione;

❌ CULTURA: chiusura dei Musei e della Biblioteca;

✅ ATTIVITÀ DI RISTORAZIONE e BAR: consentite le attività di ristorazione e bar, purché sia garantito il rispetto della distanza di almeno un metro tra i fruitori, con sanzione della sospensione dell'attività in caso di violazione;

✅ ATTIVITÀ COMMERCIALI: consentite a condizione che il gestore garantisca l’accesso con modalità contingentate e idonee a evitare assembramenti di persone e tali da garantire il rispetto della distanza di almeno un metro tra i fruitori;

❌  ATTIVITÀ SPORTIVE: sospensione degli eventi e competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; resta comunque consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti; in tutti i tali casi le società sportive, a mezzo del proprio medico sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus;

❌  ATTIVITÀ DIDATTICHE: sospensione FINO AL 15 MARZO dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, comprese le Università, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza; è esclusa qualsiasi altra forma di aggregazione alternativa;

❌  VIAGGI D’ISTRUZIONE: sospesi;

✅ STRUTTURE OSPEDALIERE E PER ANZIANI: accesso limitato; l’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili casi di trasmissione del virus;

✅ ATTIVITÀ DI LAVORO PUBBLICO E PRIVATO: sono agevolate le modalità di lavoro a distanza; viene raccomandato ai datori di lavoro di promuovere la fruizione da parte dei lavoratori dipendenti dei periodi di congedo ordinario e di ferie;

❌  LUOGHI DI CULTO: l’apertura è condizionata all'adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti e da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro; sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri;

❌  LIMITAZIONI ALLA MOBILITÀ: divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposto alla quarantena o risultati positivi al virus;

✅ ALTRE MISURE: sono confermate le altre misure, valide in tutto il territorio nazionale, già previste dal DPCM 4 marzo 2020 e ribadite con il DPCM 8 marzo 2020, che sostituisce i precedenti.

‼️ ZONE ARANCIONI ‼️ Per chi dovesse spostarsi tra la provincia di Vicenza e le province di Treviso, Padova, Venezia per "comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute ", è stato predisposto un modulo di autocertificazione da stampare, compilare, firmare e mostrare in caso di controllo da parte delle forze dell’ordinesi veda l'allegato n. 9. Se fermati, l'ufficiale lo firmerà a sua volta e potrete proseguire.

--> Una RACCOMANDAZIONE: al fine di rendere efficaci tutte le misure indicate dal Governo, è necessario adottare comportamenti prudenti in tutte le occasioni di relazione interpersonale ed evitare gli spostamenti non strettamente necessari ed indispensabili.

AGGIORNAMENTO 08/03/2020, ORE 14:00

Pubblicato il DPCM del 8 marzo 2020, "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19" (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 59 dell'08.03.2020 ).

AGGIORNAMENTO 08/03/2020, ORE 08:00

Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha firmato, nelle prime ore di domenica 8 marzo 2020, il nuovo DPCM per la gestione dell'emergenza sanitaria in atto da COVID-2019. Il testo identifica alcune aree del Centro-Nord (tra cui le province venete di Venezia, Padova e Treviso), dove vengono imposte limitazioni stringenti, ma introduce alcune restrizioni a carattere preventivo anche sul resto del territorio nazionale. Le prescrizioni sono valide dall'8 marzo al 3 aprile 2020, «salvo diverse disposizioni».

AGGIORNAMENTO 06/03/2020, ORE 13:00

Pubblicato l'avviso pubblico prot. n. 17189 del 06.03.2020 a firma del Sindaco, in attuazione dell'art. 2 comma 1 lett. i) del DPCM 04.03.2020 (relativo agli obblighi di comunicazione all'ULSS e al medico di base posti a carico dei soggetti provenienti dalle "zone rosse").

AGGIORNAMENTO 05/03/2020, ORE 15:00

L'ISACC "Cima Colbacchini" di Bassano del Grappa ha pubblicato apposito avviso in data 05.03.2020 a firma del Presidente, in attuazione dell'art. 1 comma 1 lett. m) del DPCM 04.03.2020: si prevede che, per le strutture per anziani (autosufficienti e non), l'accesso sia limitato ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura.

AGGIORNAMENTO 04/03/2020, ORE 20:00

Pubblicato il DPCM del 4 marzo 2020, "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale" (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 55 del 04.03.2020 ).

Le misure si applicano sull'intero territorio nazionale e producono effetto dal 4 marzo 2020 e fino al 3 aprile 2020, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure.

Di seguito si riportano le misure:

❌ sono sospesi i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali, in cui è coinvolto  personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità; è altresì differita a data successiva al termine di efficacia del presente decreto ogni altra attività convegnistica o congressuale;

❌ sono sospese le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato, che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;

❌  sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato;

✅ resta comunque consentito lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto ovvero all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;

❌ limitatamente al periodo intercorrente dal giorno successivo a quello di efficacia del presente decreto e fino al 15 marzo 2020, sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master e università per anziani, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza; sono esclusi dalla sospensione i corsi post universitari connessi con l’esercizio di professioni sanitarie, ivi inclusi quelli per i medici in formazione specialistica, i corsi di formazione specifica in medicina generale, le attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie, nonché le attività delle scuole dei ministeri dell’interno e della difesa;

❌ sono sospesi i viaggi d’istruzione, le iniziative di scambio o gemellaggio, le visite guidate e le uscite didattiche comunque denominate, programmate dalle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado;

❌ è fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei pronto soccorso (DEA/PS), salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto;

❌ l'accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA) e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è limitata ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura, che è tenuta ad adottare le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione;

❌ la modalità di lavoro agile disciplinata dagli articoli da 18 a 23 della legge 22 maggio 2017, n.  81, può essere applicata, per la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei ministri 31 gennaio 2020, dai datori di lavoro a ogni rapporto di lavoro subordinato, nel rispetto dei principi dettati dalle menzionate disposizioni, anche in assenza degli accordi individuali ivi previsti; gli obblighi di informativa di cui all’articolo 22 della legge 22 maggio 2017, n. 81, sono assolti in via telematica anche ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito dell'Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro;

❌ con apposito provvedimento dirigenziale è disposta, in favore dei candidati che non hanno potuto sostenere le prove d’esame in ragione della sospensione di cui all’articolo 1, comma 1, lettera f) del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 febbraio 2020, la proroga dei termini previsti dagli articoli 121 e 122 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.

Inoltre, si sottolinea che:

  • è fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità e di evitare comunque luoghi affollati nei quali non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
  • nei servizi educativi per l’infanzia di cui al decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, nelle scuole di ogni ordine e grado, nelle università, negli uffici delle restanti pubbliche amministrazioni, sono esposte presso gli ambienti aperti al pubblico, ovvero di maggiore affollamento e transito, le informazioni sulle misure di prevenzione igienico sanitarie;
  • i sindaci e le associazioni di categoria promuovono la diffusione delle informazioni sulle misure di prevenzione igienico sanitarie anche presso gli esercizi commerciali;
  • è raccomandato ai comuni e agli altri enti territoriali, nonché alle associazioni culturali e sportive, di offrire attività ricreative individuali alternative a quelle collettive interdette dal presente decreto, che promuovano e favoriscano le attività svolte all’aperto, purché svolte senza creare assembramenti di persone ovvero svolte presso il domicilio degli interessati;
  •  nelle pubbliche amministrazioni e, in particolare, nelle aree di accesso alle strutture del servizio sanitario, nonché in tutti i locali aperti al pubblico, in conformità alle disposizioni di cui alla direttiva del Ministro per la pubblica amministrazione  25 febbraio 2020, n. 1, sono messe a disposizione degli addetti, nonché degli utenti e visitatori, soluzioni disinfettanti per l’igiene delle mani;
  • nello svolgimento delle procedure concorsuali pubbliche e private sono adottate opportune misure organizzative volte a ridurre i contatti ravvicinati tra i candidati e tali da garantire ai partecipanti la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra di loro;
  • le aziende di trasporto pubblico anche a lunga percorrenza adottano interventi straordinari di sanificazione dei mezzi.

Misure igienico-sanitarie da osservare 

(allegato 1 al DPCM 04.03.2020)

a)  lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

b)  evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

c) evitare abbracci e strette di mano;

d) mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;

e) igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

f) evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;

g)  non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

h)  coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

i)   non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

l)   pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

m) usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.

AGGIORNAMENTO 01/03/2020, ORE 20:00

Pubblicato il DPCM del 1° marzo 2020, "Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19" (Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 52 del 01.03.2020 ).

AGGIORNAMENTO 01/03/2020, ORE 10:40

In attesa che venga notificata la versione ufficiale del DPCM del Consiglio dei Ministri, a doppia firma del Presidente del consiglio dei Ministri e del Ministro della Sanità, anticipiamo le misure di contrasto al diffondersi del virus Covid 19 valide per l’intera regione Veneto:

❌ Sospensione degli EVENTI e delle COMPETIZIONI SPORTIVI di ogni ordine e disciplina, sino all’8 marzo 2020, in luoghi pubblici o privati. Resta CONSENTITO lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento, all’interno di impianti sportivi utilizzati a PORTE CHIUSE È fatto divieto di trasferta organizzata dei tifosi residenti nelle regioni per la partecipazione ad eventi e competizioni sportive che si svolgono nelle restanti regioni.

❌ SOSPENSIONE, sino all’8 marzo 2020, di tutte le MANIFESTAZIONE organizzate, di carattere non ordinario, nonché degli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali, a titolo d’esempio, grandi eventi, cinema, teatri, discoteche, cerimonie religiose.

❌ SOSPENSIONE, sino all’8 marzo 2020, dei SERVIZI EDUCATIVI dell’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle ATTIVITA’ SCOLASTICHE E DI FORMAZIONE SUPERIORE, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani, ad esclusione dei medici in formazione specialistica e tirocinanti delle professioni sanitarie, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative svolte a distanza.

❌ Mantenimento dell’obbligo di chiusura dei MUSEI e dei LUOGHI CULTURALI; soppressione dell’obbligo di chiusura, a condizione che detti istituti e luoghi assicurino modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone.

❌Sospensione delle procedure concorsuali pubbliche e private ad esclusione dei concorsi per il personale sanitario.

❌Limitazione dell’accesso dei visitatori alle aree di degenza, preferibilmente una persona per paziente al giorno, da parte delle direzioni sanitarie ospedaliere.

❌Limitazione dell’accesso dei visitatori agli ospiti nelle residenze sanitarie assistenziali per non autosufficienti.

❌Sospensione dei congedi ordinari del personale sanitario e tecnico, nonché del personale le cui attività siano necessarie a gestire le attività richieste dalle unità di crisi costituite a livello regionale.

✅ APERTURA di tutte le ATTIVITA’ COMMERCIALI condizionata all’adozione di misure organizzative tali da consentire un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque tali da evitare assembramenti di persone.

AGGIORNAMENTO 25/02/2020

Pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, vedi allegato.

AGGIORNAMENTO 25/02/2020, ORE 12:45

A seguito dei chiarimenti arrivati dalla Regione Veneto e il successivo confronto con le autorità sanitarie, le visite alle CASE DI RIPOSO COMUNALI di Bassano del Grappa seguiranno le seguenti modalità:

  • nessuna chiusura totale alle visite ma, in via precauzionale, limitate ad una persona per paziente al giorno.

AGGIORNAMENTO 25/02/2020, ORE 10:15

Si avvisa la cittadinanza che, alla luce dei recenti chiarimenti inviati dalla Regione Veneto e della riunione della Conferenza dei Sindaci del Distretto 1 dell’Ulss 7 Pedemontana, alla presenza del Commissario Bortolo Simoni, nel territorio del Comune di Bassano del Grappa le prescrizioni, in vigore fino al 1 marzo 2020, sono state così declinate:

  • CHIUSURA delle SCUOLE di ogni ordine e grado (asilo nido compresi);
  • CHIUSURA MUSEI CIVICI
  • SOSPENSIONE delle attività della BIBLIOTECA comunale;
  • SOSPENSIONE di tutte le attività ludiche, culturali, ricreative, eventi sportivi, attività di spettacolo che prevedano la presenza di pubblico o concentrazioni di persone;
  • SOSPENSIONE utilizzo SALE COMUNALI
  • SOSPENSIONE lezioni di danza progetto DANCE WELL

CONSENTITI:

  • gli ALLENAMENTI e l'ordinario svolgimento della pratica corsistica e amatoriale presso strutture pubbliche e private;
  • le ATTIVITA’ ECONOMICHE (agricole, produttive, commerciali e di servizio), compresi i pubblici esercizi, le mense;
  • Restano APERTI I MERCATI SETTIMANALI E IL MERCATO ORTOFRUTTICOLO;
  • Restano APERTI le attività di sostegno e supporto alle persone disabili e agli anziani (es. SERVIZI SEMIRESIDENZIALI e CENTRI DIURNI);
  • le celebrazioni di MATRIMONI ed ESEQUIE, limitando la partecipazione ai familiari.

Alla luce di quanto sopra, si invitano i cittadini a non frequentare luoghi affollati al chiuso, ad evitare assembramenti di persone e a non recarsi nelle zone interessate dalla presenza del Coronavirus (per il Veneto il paese di Vo' Euganeo).
Per informazioni sui sintomi e sulla preoccupazione di essere venuti a contatto con il virus sono disponibili i seguenti CONTATTI TELEFONICI:
- 800 462 340 Numero Verde Regionale;
- 1500 Numero Unico Nazionale.

In caso di emergenza o nel caso si manifestassero i sintomi del virus, invece, NON recatevi presso il Pronto Soccorso ma contattate il 118.
Seguite solo fonti ufficiali (sito Ministero della Salute, sito della Regione Veneto, pagina facebook ufficiale del Comune) e diffidate da estranei che volessero introdursi in casa per controllare l'eventuale contaminazione della vostra abitazione o di valori.

La Regione del Veneto ha attivato una task force per contenere il Coronavirus.

Guarda il video pubblicato dalla Regione Veneto.

Allegati

- 1) Ministero_Ordinanza_2020_0001-Coronavirus

- 2) Chiarimenti da parte della Regione Veneto - 24/02/2020

- 3) DPCM del 25/02/2020

- 4) DPCM del 01/03/2020

- 5) DPCM del 04/03/2020

- 7) Avviso del Sindaco prot. n. 17189 del 06.03.2020

- 8) DPCM dell'08.03.2020

- 9) Modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazione per spostamenti necessitati - formato docx

- 9) Modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazione per spostamenti necessitati - formato pdf

- 9-bis) Comunicato Direttiva Ministro Interno per controlli nelle “aree a contenimento rafforzato”.

- 9-ter) Circolare Ministero dell'Interno - Dipartimento P.S. prot. n. 1425/2020 - Aggiornamento del modello da utilizzare per le autodichiarazioni

10) DPCM del 9 marzo 2020

10-bis) Decreto #IoRestoaCasa - domande frequenti sulle misure adottate dal Governo

11) Raccomandazioni per gestione emergenza coronavirus

12) Tabella riepilogativa modalità di accesso e orari di apertura al pubblico Servizi e Uffici comunali

14) Provvedimento del Sindaco prot. n 18467 dell'11.03.2020 in materia di sospensione del mercato settimanale e accesso al mercato ortofrutticolo

15) DPCM dell'11/03/2020

16) Provvedimento del Sindaco prot. n 18992 del 13.03.2020 in materia di sospensione del mercato settimanale e del mercato agricolo di Q.re Angarano...

17) Ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 29 del 12.03.2020 - disposizioni per il trasporto pubblico locale su gomma e acqua

18) "Nuovo coronavirus. Come raccogliere e gettare i rifiuti domestici" - istruzioni sulla gestione dei rifiuti come da parere Istituto Superiore di...

19) FAQ pubblicate sul sito del Ministero della Salute - gestione emergenza da nuovo coronavirus

20) Protocollo delle parti sociali per gli ambienti di lavoro in data 14.03.2020

21) Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 37 del 16.02.2020 - approvazione del Decreto Legge "Cura Italia"

21-bis) Sintesi del Decreto Legge "Cura Italia" del 16 marzo 2020 (slides predisposte dal Governo)

21-ter) Testo del Decreto Legge 17.03.2020 n. 18 pubblicato in Gazzetta Ufficiale

22) Ordinanza contingibile e urgente del Sindaco n. 124 del 20.03.2020 per la chiusura dei Cimiteri comunali

23) Ordinanza del Presidente della Regione Veneto n. 33 del 20.03.2020

24) Ordinanza del Ministro della Salute in data 20.03.2020

25) Ordinanza del Ministro della Salute e del Ministro dell'Interno in data 22 marzo 2020

26) DPCM del 22 marzo 2020

26-bis) Allegato 1 al DPCM del 22 marzo 2020

27) Ordinanza contingibile e urgente del Sindaco reg. unico n. 129 del 23.03.2020

28) Ordinanza contingibile e urgente del Sindaco reg. unico n. 130 del 24.03.2020

29) Circolare del Ministero dell'Interno n. 15350/117(2) Uff.III-Prot.Civ. in data 23.03.2020

30) Provvedimento del Sindaco prot. n. 20832 del 25.03.2020 in materia di sospensione del mercato settimanale e del mercato agricolo di Q.re Angaran...

31) Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 38 del 24.03.2020

32) Testo del Decreto Legge 25.03.2020 n. 19 pubblicato in Gazzetta Ufficiale

33) Volantino U.L.S.S. n. 7 - comunicazioni e misure obbligatorie per chi rientra dall'estero

34) Nota Regione Veneto prot. n. 135771 del 27.03.2020 - uscite/spostamenti persone con gravi disabilità intellettive o disturbi dello spettro auti...

35) Nuovo modello di autodichiarazione per gli spostamenti (in formato pdf editabile) agg. al 26.03.2020

36) Ordinanza del MInistro della Salute in data 28.03.2020

Pubblicato: lunedì, 24 febbraio 2020 - Ultimo aggiornamento: domenica, 29 marzo 2020