Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Venerdì: storia - Percorsi sul filo della memoria Biblioteca Civica di Bassano del Grappa - 8 novembre 2013

Venerdì: storia - Percorsi sul filo della memoria Biblioteca Civica di Bassano del Grappa - 8 novembre 2013

Si intitola “L’organizzazione TODT nel Vicentino. Servizio volontario e lavoro coatto durante l’occupazione tedesca” l’incontro che chiuderà venerdì 8 novembre alle ore 17 in biblioteca il ciclo di “Venerdì: Storia” promosso dalla Biblioteca civica in collaborazione con le associazioni A.N.P.I., A.V.L. e 26 Settembre.

Lo storico e ricercatore Paolo Savegnago si intratterrà su un tema piuttosto oscuro come quello del lavoro coatto durante l'occupazione tedesca, dal novembre 1943 all'aprile 1945, un fenomeno che vide coinvolti anche molti bassanesi destinati alle innumerevoli necessità belliche (lavori di manutenzione e ripristino delle strade, opere di fortificazione) gestite da due organizzazioni tedesche: l'Organizzazione Todt e il Sonderauftrag Pöll.

Il lavoro sotto la Todt, come afferma Savegnago, attraversò due fasi: il periodo dal novembre 1943 all'agosto 1944 fu caratterizzato dall'arruolamento volontario. In quel momento la OT aveva bisogno di braccia da impiegare nella manutenzione delle reti stradale e ferroviaria. Pochi si impiegavano per reale convinzione, il lavoro per i tedeschi era mal digerito, chi si arruolava lo faceva per necessità, perché era rimasto disoccupato e doveva pensare al sostentamento della famiglia. In generale i lavoratori della Todt esprimevano una adesione senza consenso. La corsa alla manodopera scattò a metà agosto '44 con la precettazione di massa della popolazione dai 16 ai 60 anni per le donne e dai 14 ai 70 per gli uomini. L'esercito tedesco aveva iniziato la realizzazione di un sistema di fortificazioni che avrebbe trasformato tutto il nord est italiano in un'enorme campo di battaglia. Lo scopo era quello di tenere lontano gli Alleati dai confini meridionali del Reich.

Una ricerca storica, quella condotta dallo studioso vicentino Paolo Savegnago, che nessuno mai prima aveva affrontato e che documenta al meglio l’imponente pervasività della Todt e del suo contraltare, la Pöll, con le loro pesantissime ricadute sulla vita quotidiana dei Vicentini.

L’incontro è ad ingresso libero.

Pubblicato e aggiornato: martedì, 05 novembre 2013