Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Venerdì: Storia - Percorsi sul filo della memoria. Due incontri dedicati alla presenza femminile nelle vicende storiche venete

Venerdì: Storia - Percorsi sul filo della memoria. Due incontri dedicati alla presenza femminile nelle vicende storiche venete

Proseguono gli incontri intitolati “Venerdì: storia. Percorsi sul filo della memoria” promossi dalla Biblioteca civica di Bassano del Grappa in collaborazione con le associazioni A.N.P.I., A.V.L. e 26 Settembre.

Venerdì 1 marzo 2013 si terrà il primo dei due incontri dedicati al fondamentale apporto femminile alle vicende storiche, anche venete. Alle ore 17, in biblioteca, un’équipe di studiosi guidata dallo storico bassanese Giovanni Favero, docente presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, parlerà del “Contributo femminile alla storia di una città: donne a Verona” a partire dal libro curato da Paolo Lanaro e da altri studiosi attorno al caso della  città scaligera.

Tracce di sé ne hanno lasciate, le donne di Verona. Nei documenti e negli atti, nelle tele o nelle partiture domestiche. Indizi di una presenza femminile ce ne sono. Non solo in palazzi o conventi, ma anche nei luoghi della comunità civile, in tribunale o in piazza. Alcune volte sono indizi sgualciti dal tempo, altre volte da una storia declinata da sempre al maschile, raccontata dagli uomini e dagli uomini trasmessa ai posteri. Messi insieme, però, fanno più di una prova. Del loro impegno politico o letterario, lavorativo o creativo. Delle loro vite e dei loro caratteri, dei talenti impiegati nel campo dell'arte e della letteratura come in quello della religione o del commercio. Donne libere e autonome, più di quanto abbiamo mai immaginato, nel Medioevo come durante l'epoca dei Lumi. A dirlo sono le storiche Paola Lanaro e Alison Smith, veronese la prima e americana la seconda, docenti rispettivamente di Storia economica all'Università Ca' Foscari di Venezia e di Storia medievale e moderna al Wagner College di New York, curatrici del libro Donne a Verona , appena pubblicato da Cierre, e nato con l'obiettivo di cambiare una volta tanto angolazione, per far emergere il contributo delle donne alla storia di una città, dal Duecento al secolo scorso.

Il secondo appuntamento “al femminile” è per venerdì 8 marzo 2013, giornata della donna, sempre in biblioteca, dove si parlerà di “Elisa Salerno, femminista e cristiana”, giornalista e scrittrice vicentina attiva nei primi anni del Novecento, e impegnata per la parità fra i sessi, Elisa Salerno è una giornalista e scrittrice che riassume tutta la sua attività nel definirsi prima cattolica e poi femminista. La fede e la forte tensione morale la portano a teorizzare un femminismo cristiano elaborato e divulgato attraverso l’intensissima attività di scrittura, spesa tra giornali, saggi e narrazioni, ma anche numerosissime lettere scritte a papi, vescovi e politici, convinta che la condizione della donna potesse cambiare ma solo attraverso una sinergia che coinvolgesse i vertici del potere. A tracciare il profilo di questa singolare e moderna donna vicentina saranno il prof. Gianni Cisotto, che della Salerno ha curato un volume monografico, e il religioso don Dario Vivian, che ne affronterà gli aspetti teologici.

Per informazioni: Biblioteca civica – Galleria Ragazzi del ’99 (via Museo) – tel. 0424/519920 – biblioteca@comune.bassano.vi.it

Pubblicato e aggiornato: mercoledì, 27 febbraio 2013