Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Un nuovo incontro tra Amministrazione comunale, categorie economiche e sindacati

Un nuovo incontro tra Amministrazione comunale, categorie economiche e sindacati

Si è riunito nuovamente nei giorni scorsi il tavolo di lavoro tra Amministrazione comunale, categorie economiche e sigle sindacali per fare il punto sulle numerose iniziative avviate dal Comune in questo periodo di ripartenza post emergenza Covid-19.

Dopo i saluti iniziali del sindaco, Elena Pavan, è toccato all’assessore al Bilancio, Roberto Marin, spiegare la manovra avviata dall’Amministrazione nelle scorse settimane e basata sul connubio tra fiscalità, sospensione dei tributi minori e snellimento della burocrazia.
Dall’ampliamento e nuova concessione di plateatici alla gratuità dei parcheggi pubblici, dall’istituzione del “Tavolo emergenza affitti” alle risorse messe in campo in ambito sociale, Marin ha spiegato ai rappresentanti del mondo economico le azioni già intraprese. In particolare il vicesindaco ha ricordato come il Comune abbia scelto di mettere il gioco un’entrata importante come quella dell’Imposta unica sugli Immobili per dare un contributo concreto alla ripartenza dell’economia: in sostanza il comune propone ai proprietari degli immobili l’azzeramento dell’Imu a fronte di una riduzione di almeno il 30 % dei canoni d’affitto dei loro locali per sei mesi. «Con questa operazione - spiega Roberto Marin - mettiamo in gioco il risorse importanti derivanti dal mancato introito dell’Imu, convinti di aiutare soprattutto negozi e le piccole attività economiche  che per struttura ed organizzazione e modello d’impresa risultano tra le categorie maggiormente colpite durante questa emergenza sanitaria».

«Tra imposte minori ed Imu  - continua l’assessore al Bilancio - l’Amministrazione mette sul piatto oltre 1 milione e 400 mila euro a cui va aggiunto un altro milione e mezzo perso sul fronte delle entrate. Fortunatamente siamo un comune virtuoso e possiamo permetterci comunque di accendere mutui per le opere strategiche ma questa fase ha già visto 3 milioni di euro in meno a disposizione del nostro bilancio».

Buoni spesa (330mila euro), rette dei nidi, aiuti alle società sportive (500mila) e alle famiglie per i centri estivi (200mila euro) sono le altre voci menzionate durante il tavolo evidenziando altresì che si deve guardare anche al tessuto sociale della città anche in relazione alla crisi economica solo iniziata, al quale va presta massima attenzione nei prossimi mesi anche in relazioni ad impiego di nuove risorse.

L’Amministrazione, sempre a voce del Vice Sindaco,  procede anche con lo sguardo verso progettualità post-Covid con attenzione al territorio nei progetti ed azioni sovracomunali come l’attività avviata da Innovation Lab, il nuovo ufficio sovracomunale per i bandi europei, il progetto Mab Unesco e una nuova opportunità sul tema della “cittadinanza digitale” in arrivo anche a Bassano, grazie ad un progetto che vede il Schio comune capofila con una politica volta a creare una rete territoriale ad ampio respiro.

Un buona notizia è stata data poi dal sindaco Elena Pavan sul fronte dei crediti dell’Ulss 7: 300 mila euro (un milione la somma complessiva maturata in tre anni) quanto dovrebbe rientrare nelle casse comunali. Altro fronte aperto, quello di Etra: «in questo caso - ha evidenziato ancora il primo cittadino - stiamo lavorando per evitare scontistiche a pioggia, favorendo invece attività e privati maggiormente svantaggiati».

L’impegno dell’Amministrazione sul fronte della promozione turistica della città, infine, è stato illustrato dall’assessore alle Attività Turistiche, Stefania Amodeo: da una campagna media locale e nazionale, agli eventi estivi, dalla nascita di app specifiche legate al turismo agli eventi sportivi, dalla trasformazione delle vecchie edicole in infopoint passando per la riqualificazione degli storici sentieri del brenta e delle colline bassanesi alla nascita della nuova via di San Cristoforo dedicata al turismo lento. Sono queste solo alcune delle iniziative a già avviate dall’Amministrazione che, ancora una volta, si è dimostrata al fianco delle attività economiche cittadine che hanno colto l’occasione per dimostrare il loro apprezzamento al lavoro svolto dal Comune in questo periodo storico assolutamente unico.

Pubblicato e aggiornato: martedì, 30 giugno 2020