Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Pasqua dove vuoi, anche in museo - Qualche idea per una visita a Bassano del Grappa

Pasqua dove vuoi, anche in museo - Qualche idea per una visita a Bassano del Grappa

Sono giorni in cui i primi tepori primaverili si fanno ancora desiderare e se, purtroppo, la meteorologia non incoraggia le uscite all’aperto si può sempre approfittare del periodo pasquale per una uscita particolare, fuori dal tempo. Visitare una mostra, un museo rappresenta davvero un’esperienza fuori dal tempo e dallo spazio della quotidianità; vediamo allora cosa propongono le sedi espositive comunali di Bassano del Grappa nei prossimi giorni, con la sola eccezione della festività di Pasqua.

Dallo scorso novembre lavori di adeguamento e riqualificazione degli spazi espositivi stanno coinvolgendo tutti gli spazi del pianterreno del Museo Civico, ma dall’entrata temporanea di Piazzetta Ragazzi del ’99 - accessibile da via Museo - le sale espositive sono tuttora aperte al pubblico ad ingresso libero.

Nell’ala nuova fino al 7 aprile è allestita la personale “Bruno Pedrosa. Presagi. Pressàgios Omens”, sintesi di un percorso decennale raccontato con tempere su carta, disegni a pastello, sculture e con dipinti su tela, nucleo centrale di questa mostra, dove le esperienze materiche e scultoree degli anni precedenti muovono le pennellate fino ad ottenere piani smaltati fortemente caratterizzati nella loro tridimensionalità.

Al piano superiore, in pinacoteca, la mostra “Artemisia. Una donna pittrice nella Napoli del Seicento” presenta al pubblico sotto una nuova luce un dipinto entrato nelle collezioni museali per volontà di una donna proprio trent’anni fa, opera che, alla luce di recenti studi, si rivela essere uscito dal pennello di una straordinaria figura del Seicento, donna coraggiosa, grande artista, abile imprenditrice, Artemisia Gentileschi.

Tutt’altra atmosfera a palazzo Sturm dove il Museo della Ceramica espone nella sala delle maioliche per pochi giorni due strepitose maioliche della manifattura Antonibon databili attorno al 1730 affidati in deposito da collezione privata al termine di un complesso lavoro di restauro. Sono due rinfreschiere decorate a motivi in blu cobalto, in origine destinate a contenere il ghiaccio per raffreddare i calici che in attesa di essere riempiti venivano adagiati sospendendoli dallo stelo sulle rientranze dell’orlo; il Museo della Ceramica accoglie già altri esemplari di rinfreschiera, ma questi pezzi non trovano confronti grazie alle dimensioni eccezionali, che testimoniano una possibile provenienza dalla tavola di una facoltosa famiglia del Settecento veneto.

Ancora a Palazzo Sturm il Museo Remondini propone l’ultimo di tre appuntamenti con la grafica contemporanea, terza puntata espositiva con i movimenti artistici che nella seconda metà del Novecento hanno aperto nuove possibilità espressive all’arte moltiplicata. La mostra Mostra 3 Conceptual Minimal Narrative Art - Art & Language allestita nella Sala delle Spade nasce dalla collaborazione del Museo Civico bassanese con il Museo Casabianca di Malo, depositario della collezione Meneguzzo, che dal 1978 si occupa di grafica del secondo Novecento.

Già in piena atmosfera primaverile palazzo Bonaguro con Matti per gli insetti. Farfalle e coleotteri dalle collezioni Meneghetti. Alcuni tra gli esemplari più belli e interessanti delle collezioni di insetti, donate nel secolo scorso, al Museo Civico dai naturalisti bassanesi Ferruccio e Mario Meneghetti, sono esposte ancora per pochi giorni fino al 14 aprile. Occasione rara, perché la delicatezza degli esemplari non ne permette la costante esposizione.

In queste giornate particolari gli orari di apertura al pubblico subiranno qualche variazione: tutte le sedi espositive avranno l’ingresso chiuso domenica 30 marzo per Pasqua, mentre sarà aperto a Pasquetta  in Museo civico, palazzo Sturm e palazzo Bonaguro con orario festivo 10:30 - 13:00 e 15:00 - 18:00

Per ulteriori informazioni:

tel. 0424 519901 www.museibassano.it - info@museibassano.it - www.facebook.com/pages/Musei-Bassano

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 28 marzo 2013