Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » L’albero dei libri – bibliografia ideale alla Biblioteca Civica di Bassano del Grappa

L’albero dei libri – bibliografia ideale alla Biblioteca Civica di Bassano del Grappa

Oltre un centinaio di bassanesi hanno contribuito nei giorni prima di Natale a decorare con i propri suggerimenti di lettura l’Albero dei Libri della Biblioteca civica. Invitati a scrivere su pagine di vecchi volumi il titolo di un libro che si auguravano di trovare a Natale sotto l’albero o di cui volevano consigliare la lettura ad altri, hanno così collaborato ad allestire una bibliografia ideale, ora raccolta e messa a disposizione di tutti in un apposito scaffale della biblioteca.

I più vari gli autori, i titoli e i generi proposti, che spaziano dalla letteratura italiana e quelle straniere, dalla saggistica alla fantascienza, dai libri per ragazzi alla filosofia. A conferma della varietà degli interessi e spesso dell’originalità dei molti bassanesi che si sono prestati al “gioco”.

Ecco alcuni dei titoli suggeriti:

  • Jane Austen, Orgoglio e pregiudizio
  • Luciana Littizzetto e Franca Valeri, L’educazione delle fanciulle: dialogo tra due signorine per bene
  • Samuel Beckett, Aspettando Godot
  • Italo Calvino, Il barone rampante
  • George Orwell, 1984
  • Italo Calvino, Se una notte d’inverno, un viaggiatore
  • Mario Rigoni Stern, Storia di Tönle
  • Stefano Benni, Il bar sotto il mare
  • Aldo Busi, El especialista de Barcelona
  • Fred Uhlman, L’amico ritrovato
  • Khaled Hosseini, Mille splendidi soli
  • Ken Follett, Mondo senza fine
  • Mariapia Veladiano, La vita accanto
  • Luigi Meneghello, Libera nos a malo
  • Pier Paolo Pasolini, Petrolio
  • Walt Disney, Gli Aristogatti
  • Luoise Marie Alcott, Piccole donne
  • Johanne Kathleen Rowling, Le fiabe di Beda il Bardo: traduzione dalle rune di Hermione Granger
  • Carlo Collodi, Pinocchio
  • Licia Troisi, Cronache del mondo emerso
  • Karl Marx, L’ideologia tedesca
  • Jane Austen, Emma
  • Lucy Riall, Garibaldi. L’invenzione di un eroe
  • Patrizia Dogliani, Il fascismo degli italiani. Una storia sociale
  • Charlotte Bronte, Jane Eyre
  • Pier Vittorio Tondelli, Altri libertini
  • Milan Kundera, Amori ridicoli
  • Daniele Marchesini, Coppi e Bartali
  • Federico Rampini, Alla mia sinistra. Lettera aperta a tutti quelli che vogliono sognare con me
  • Romain Gary, La vita davanti a sé
  • Mauro Corona, Le voci del bosco
  • Richard Bach, Il gabbiano Jonathan Livingston
  • Italo Calvino, Marcovaldo
  • Elsa Morante, La storia
  • Andrea Molesini, Non tutti i bastardi sono di Vienna
  • Umberto Eco, Baudolino
  • Claudio Magris, Danubio
  • Friedrich Nietzsche, La genealogia della morale
  • Italo Calvino, Le città invisibili
  • Thomas Mann, Tonio Kröger
  • Marguerite Yourcenar, L’opera al nero
  • Giacomo Leopardi, Operette morali
  • Oriana Fallaci, Lettera a un bambino mai nato
  • Virginia Woolf; Mrs Dalloway
  • Tiziano Terzani, Un indovino mi disse
  • Milan Kundera, Il valzer degli addii
  • Erri De Luca, Monteddio
  • David Grossman, A un cerbiatto somiglia il mio amore
  • Ugo Riccarelli, Il dolore perfetto
  • Giovanni Molinari, Tutti  i colori del  mondo
  • Dino Buzzati, Il deserto dei Tartari
  • Stephen King, Carrie
  • David Grossman, Qualcuno con cui correre
  • Molnár Ferenc, I Ragazzi della via Pal
  • Jerome David Salinger, Il giovane Holden
  • Patrick Ness, Sette minuti dopo la mezzanotte
  • Frances Hodgson Burnett, Il giardino segreto.
Pubblicato e aggiornato: martedì, 15 gennaio 2013