Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » L'Amministrazione comunale incontra le categorie economiche

L'Amministrazione comunale incontra le categorie economiche

Amministrazione comunale e categorie economiche compatte nella volontà di lavorare insieme studiando soluzioni e azioni non solo per fare fronte alle emergenze, come fatto già nelle scorse settimane con interventi finalizzati a sostenere le famiglie e le aziende, ma anche per iniziare a delineare gli strumenti da attivare nella fase del riavvio della città e del territorio.
Questa mattina nel corso di una riunione - in modalità telematica - alla presenza dei rappresentanti di tutte le associazioni di categoria (Apindustria, Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato, CNA, Coldiretti) il Sindaco Elena Pavan e gli assessori Stefania Amodeo e Roberto Marin hanno ripercorso le iniziative intraprese nell’ultimo mese e avanzato alcune proposte, dando l’avvio ad un primo confronto sulle scelte da compiere nelle prossime settimane e mesi, anche alla luce di quelle che saranno le scelte e le indicazioni che arriveranno dal Governo, a partire dai sostegni economici.
“Abbiamo organizzato una serie di incontri con le categorie, i sindacati e anche le banche del territorio, vogliamo coinvolgere tutte le parti sociali della città, per ragionare tutti insieme sul nostro futuro – spiega il Sindaco Elena Pavan – Passato il momento dell’emergenza sanitaria dovremo infatti confrontarci con molte necessità, su più fronti ed è necessario muoverci uniti, pensando al nostro territorio. Alcune sono emergenze già oggi e siamo prontamente intervenuti, come nel caso della sospensione della Cosap o della tassa di soggiorno, ma abbiamo anche rilanciato con i progetti per l’aiuto digitale, la spesa e gli asparagi a domicilio, i buoni per le famiglie in difficoltà, le rette per gli asili nido e i parcheggi gratuiti per chi lavora in centro”.
L’Assessore Amodeo ha presentato alcune linee per un piano strategico di rilancio, per individuare specifiche misure per i diversi settori, anche con azioni di marketing e promozione,  tenendo conto della necessità di tutelare i nostri prodotti e il nostro territorio.
L’Assessore Roberto Marin ha invece anticipato la volontà dell’Amministrazione comunale di utilizzare in maniera specifica l’avanzo di bilancio, finalizzando la destinazione delle somme alla realizzazione di misure concrete per il rilancio cittadino da concordare con le categorie economiche, in base alle loro necessità più stringenti, e con gli altri portatori di interessi del territorio. Partendo dalla convinzione che la città abbia bisogno di una riprogrammazione complessiva, l’Assessore Marin ha sottolineato l’importanza di convogliare bene l’azione amministrativa, stabilendo un programma per le prossime settimane e per i prossimi mesi.
Le categorie economiche hanno evidenziato l’urgenza di potersi muovere, in questo momento di straordinaria emergenza, senza pesanti vincoli burocratici, e di essere sollevati da alcuni costi per servizi che gli operatori, in particolare commercianti ed esercenti, in queste settimane non possono usare e che graverebbero, in alcuni casi anche in maniera insopportabile, sui loro bilanci e sulla scelte di riaprire o meno quando ce ne sarà la possibilità.
“Fin dall’inizio di questa emergenza abbiamo lavorato insieme, noi sindaci del territorio, cercando di seguire le stesse linee operative – prosegue il Sindaco Pavan – e dovremo farlo nel prossimo futuro anche per ciò che non concerne l’aspetto sanitario di questa crisi. I presidenti delle categorie, con i quali ci eravamo già incontrati un mese fa, hanno espresso chiaramente questa richiesta, assieme alla possibilità di avere degli sgravi tali da consentire agli associati di ripartire. Noi ci siamo e siamo disponibili ad ogni soluzione percorribile, facendo dialogare i vari soggetti chiamati a dare risposte, a partire anche dagli istituti di credito. Abbiamo avuto modo di sperimentare tutti, chi poco chi molto, in questo momento, i mezzi digitali ed anche qui dovremo lavorare fornendo supporti e soluzioni a chi è meno esperto ma potrebbe trovare nella rete buone opportunità per la propria ripartenza. Ho grande stima dei nostri imprenditori e sono molto fiduciosa sulle loro capacità di superare le grandi difficoltà che il momento impone; condividere esperienze e risorse è fondamentale e il nostro territorio può vantare realtà e competenze importanti. Continuiamo a lavorare insieme. Bassano c’è”.

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 09 aprile 2020