Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Il talento immaginifico di Moses Pendleton: tra forme e colori e' il trionfo della natura

Il talento immaginifico di Moses Pendleton: tra forme e colori e' il trionfo della natura

Da martedì 31 luglio e fino a giovedì 2 agosto alle ore 21.00 il PalaBassano ospiterà tre serate dedicate al talento immaginifico di Moses Pendleton e dei suoi straordinari Momix, protagonisti di “Bothanica”, ultima fatica coreografica dedicata alle stagioni e alle meraviglie della natura.
Lo spettacolo rientra nel ricco cartellone di Operaestate Festival Veneto 2012, il festival promosso dalla Città di Bassano del Grappa con la Regione del Veneto e le altre città palcoscenico, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Provincia di Vicenza– Reteventi Cultura, e le aziende del Club Amici del Festival.

Originali, spettacolari, acrobatici, i Momix hanno ribaltato i codici tradizionali della coreografia diventando un fenomeno che va ben oltre la pura e semplice compagnia danza. Un fenomeno che di anno in anno vede accrescere il numero di fedelissimi, di appassionati che li seguono ad ogni nuovo appuntamento incantati dalla magia visiva che Moses Pendleton riesce a creare sul palco.
“Bothanica” è l'ennesimo esempio: un viaggio all’interno della natura più colorata e rigogliosa, dove i corpi  dei danzatori evocano il movimento leggero che sta dietro la   vita segreta degli alberi, il ronzio delle api, il tepore di una  certa ora del giorno, i manti erbosi ricoperti di fiori e mossi  dai canti degli uccelli. In scena corpi, forme e immagini si alternano  in una serie di quadri spettacolari. Pitture dinamiche dal fascino irresistibile.
Lo spettacolo è diviso in due parti: Winter Spring (il nome delle due prime stagioni Inverno-Primavera,  ma anche, in inglese, “lo slancio dell’inverno”) e Summer  Fall (Estate-Autunno, ma anche “la caduta dell’estate”). Le  coreografie sono un insieme di elaborati giochi ottici, intessuti  di semplici ed efficaci strutture dinamiche che attingono  dal patrimonio storico della modern dance americana. Il  panorama sonoro è impressionante per varietà: ben trentacinque  diverse fonti sonore, comprese una discreta quantità di registrazioni di canti degli uccelli; canti che Pendleton  accumula da anni, nelle sue quotidiane escursioni nella  natura.
Alla base di “Bothanica” c’è però anche il desiderio di  trarre lezione dall’osservazione della natura. Un invito al rispetto del pianeta che diventa stimolo artistico e creativo. «Questa – dice  Pendleton - è l’essenza dei Momix: si vede un fiore in un uccello, un essere umano in una roccia, una donna in un uomo.
 Bisogna usare la fantasia, l’immaginazione, la creatività. Nei  nostri spettacoli cerchiamo di provocare quella che io chiamo “optical confusion”: un modo per eccitare i nervi del cervello  e stimolare la creatività».
Biglietteria del Festival in via Vendramini a Bassano: tel. 0424 524214 – 0424 519811. Numero Verde: 800 99 11 06. www.operaestate.it

Pubblicato e aggiornato: martedì, 31 luglio 2012