Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Il Distretto urbano del commercio ottiene 247.650 euro dalla Regione

Il Distretto urbano del commercio ottiene 247.650 euro dalla Regione

La Città di Bassano del Grappa, grazie al lavoro svolto da tutti i partner del Distretto urbano del Commercio, coordinati dall’Amministrazione comunale, potrà vedere, già dal prossimo anno, gli effetti di un importante risultato.

C’è, infatti,  anche il progetto “Distretto urbano del Commercio - Bassano città d’acqua” tra i vincitori del Bando regionale “per il finanziamento di progetti finalizzati allo sviluppo del sistema commerciale nell’ambito dei Distretti del Commercio”.

 

A Bassano arriverà, dunque, un contributo di 247.650 euro, che ammonta all’incirca alla metà degli investimenti previsti dal progetto stesso.

«Un grande risultato - evidenzia l’assessore alle Attività Produttive e al Turismo, Stefania Amodeo - che premia un lavoro svolto già nei primi venti giorni del nostro mandato e che testimonia una visione precisa della città, che intende beneficiare al meglio di tutte le  sue potenzialità territoriali».   

Il distretto del commercio comprende il centro storico di Bassano, borgo Angarano e l'area urbana centrale coincidente con la porzione di città, identificata come centro, compresa entro un raggio di 800 metri dalla torre civica.

Il progetto del distretto ha lo scopo di aumentare l’efficacia delle iniziative di valorizzazione del cuore storico di Bassano coinvolgendo l’intero “sistema città” ed estendendo ad esso i vantaggi, in particolare valorizzando un'area fino agli ultimi anni sotto utilizzata - quella che si attesta sulle sponde del fiume - e lo stretto rapporto che unisce la città con il corso d'acqua che la attraversa. Ruolo chiave, nella formulazione delle strategie di promozione, di riqualificazione dell’ambiente urbano sarà quello ricoperto dal Manager del distretto, figura già identificata lo scorso aprile nella persona Giacomo Pessa.

Tanti  gli interventi inseriti nel progetto e finanziati dal bando, assieme a contributi  stanziati dal Comune e dagli altri componenti del distretto: Confcommercio del Mandamento di Bassano del Grappa, Confesercenti del Veneto Centrale, Confartigianato Mandamento di Bassano del Grappa, Confindustria raggruppamento di Bassano del Grappa, Cescot Veneto, Consiglio di Quartiere Centro Storico, Sis Spa e Associazione Urban Center.

Tanti partner a cui va il ringraziamento dell’Amministrazione Comunale per aver creduto nel progetto: «Devo davvero dire grazie a tutti i componenti del Distretto - sottolinea l’assessore Stefania Amodeo - per la celerità con cui hanno risposto alla  nostra chiamata. Sono convinta che l’iniziativa dei distretto attuata dalla Regione Veneto rappresenti davvero un’espressione di politica attiva a sostegno delle attività commerciali e delle risorse del territorio».

 

Tra i diversi interventi previsti dal bando: il restauro e il ricollocamento di un affresco di Palazzo Sturm, la riqualificazione degli spazi destinati al mercato settimanale, il miglioramento della pavimentazione in centro storico con la posa del porfido in un tratto di via Jacopo Da Ponte; la realizzazione di una scaletta di accesso al Ponte della Vittoria per la connessione all’anello del Brenta; l’illuminazione e la valorizzazione del percorso delle mura e del Castello degli Ezzelini come di altri luoghi suggestivi del Centro storico lungo Brenta; il potenziamento dell’arredo urbano lungo le rive del Brenta; il rifacimento dei servizi igienici pubblici nelle piazza e la riqualificazione di via Portici Lunghi, Porto di Brenta e via Macello.

Il progetto prevede, inoltre la promozione di bandi e concorsi di idee strettamente legati al tema della riqualificazione e rigenerazione urbana e al contempo nuove azioni di comunicazione e marketing capaci di rendere più attrattivo il distretto bassanese del commercio. E’ il caso della realizzazione dell’immagine coordinata del Distretto stesso o della App sulla mobilità cittadina, come della realizzazione di una guida digitale “Alla scoperta dei negozi storici di Bassano”.

Meritevole di una segnalazione, infine, è il progetto “La Barca Rina” voluto dall’Urbana Center e sostenuto dall’assessorato al Turismo, che prevede di realizzare una copia dell’ultima barca rimasta tra quelle che, nel secolo scorso, venivano utilizzare come traghetto tra le sponde del Brenta ed attualmente esposta all’interno della mostra “Viaggio in Brenta”. La realizzazione della copia della barca sarà il primo passo per la riproposizione del servizio di traghettamento del Brenta, con finalità turistica e per riportare a Bassano la centralità del suo fiume. «Una Bassano che rinasce dall’acqua», come spiega, Stefania Amodeo, che conclude: «Posizionata in un’area strategica, all’uscita di una valle incantata in cui natura, cultura e commercio da sempre si incontrano, la città di Bassano del Grappa esprime spontaneamente la sua vocazione verso l’apertura. E’ una città che unisce, che invita allo scambio, che fluisce con vivacità come le acque del fiume che la bagna». 

Pubblicato e aggiornato: giovedì, 21 novembre 2019