Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Dona un libro alla biblioteca della tua città

Dona un libro alla biblioteca della tua città

Anche quest’anno, e per il terzo anno consecutivo, le librerie Giunti al Punto lanciano la campagna estiva per sensibilizzare tutte le persone che entrano in libreria a donare un libro ad associazioni, enti, ospedali e a tutti quei luoghi in cui è utile far arrivare i libri.

L’iniziativa del prossimo mese di agosto, Dona un libro alla biblioteca della tua città, ha l’obiettivo di arricchire con nuovi volumi le biblioteche, sottolineando l’importanza del loro ruolo come centri propulsori di cultura, spazi di aggregazione e integrazione sociale sul territorio.

Dal 1° al 31 agosto, anche nelle le librerie Giunti al Punto di Bassano del Grappa (in via Angarano  e presso il Centro Commerciale “Il Grifone”) sarà dunque possibile acquistare un libro – con sconto del 15% per chi aderisce all’iniziativa - da donare alla Biblioteca civica di Bassano del Grappa, con la possibilità di personalizzare la donazione scrivendo una dedica sull’apposito adesivo fornito dalle librerie.

In questo modo ogni persona saprà dove verranno inviati i libri donati e potrà anche visitare la “sua” biblioteca, arricchita dei nuovi libri. Giunti al Punto sosterrà tutti i costi dell’operazione e organizzerà centri di raccolta dei libri disposti all’interno di ciascuna libreria, dove il personale addetto sarà a disposizione dei clienti per fornire tutte le informazioni sull’iniziativa.

La campagna di quest’anno segue quella del 2011 In ospedale c’è un bambino che… grazie alla quale sono stati donati, in un solo mese, ben 113.885 libri ai reparti pediatrici degli ospedali italiani, e quella del 2010 Regala un libro all’Aquila con cui sono stati raccolti 37.420 libri per la ricostruzione delle biblioteche della città distrutte dal sisma del 2009.

“Mai come quest’anno – afferma Jacopo Gori, direttore generale di Giunti al Punto – la nostra catena di librerie sente l’importanza dell’iniziativa che proponiamo in agosto da tre anni a questa parte. In un momento di crisi come quello che stiamo attraversando, ritengo doveroso promuovere iniziative che contribuiscano in modo concreto alla formazione sociale e culturale del nostro paese, portando il maggior numero di libri in luoghi come le biblioteche e gli ospedali pediatrici” .

Pubblicato e aggiornato: mercoledì, 25 luglio 2012