Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Da Mühlacker a Bassano in bicicletta: l’amore per la nostra città nell’impresa di quattro ciclisti amatoriali guidati da Maren Recken

Da Mühlacker a Bassano in bicicletta: l’amore per la nostra città nell’impresa di quattro ciclisti amatoriali guidati da Maren Recken

In bicicletta da Mühlacker per rinsaldare l’amicizia e dare una ulteriore testimonianza di amore per Bassano.

Sono arrivati giovedì pomeriggio, accolti sul Ponte degli Alpini dall’Assessore Stefania Amodeo, i sei cittadini tedeschi - quattro in bicicletta e due accompagnatori con mezzi di servizio a supporto - che hanno deciso di iniziare l’estate con una gita davvero particolare, guidati dalla presidente del Comitato gemellaggi di Mühlacker Maren Recken.

“Siamo stati davvero felici di essere arrivati a Bassano - commenta Maren Recken – dopo quattro tappe belle e impegnative. L’idea era di partire da Mühlacker, come avevano fatto in passato altri concittadini, poi invece, per ragioni di tempo, abbiamo scelto di iniziare il nostro percorso dal lago di Costanza. Una esperienza bellissima!”.

Con loro, nell’ultima tappa che li ha portati fino alla nostra città, anche l’ex sindaco Gianpaolo Bizzotto. Maren Recken, Brigitte Fauser, Marion Tschätsch, Ulrich Tschätsch, Christian Schmitt e David Schmitt sono rimasti in città fino a sabato e sono poi rientrati in Germania.

“Siamo stati molto felici di accogliere gli amici di Mühlacker e stringere loro la mano, ricordando i tanti anni di scambi, incontri ed eventi – sottolinea l’Assessore Stefania Amodeo - I gemellaggi offrono occasioni importanti per entrambe le città di ampliare i propri orizzonti, di confrontare modelli e format. Importante è non solo stringere un gemellaggio, ma anche gestirlo con cura, coinvolgendo i cittadini, le scuole e tutte le persone che intendono scoprire nuovi orizzonti. Per un Comune vivace significa ottenere nuove fonti di incoming ma anche di outgoing, conoscere tessuti sociali, culturali ma anche economici nuovi o diversi. Per questo motivo l’ Amministrazione intende capire come e se tracciare in futuro nuovi percorsi di gestione dei gemellaggi, consolidando certamente i rapporti esistenti, le lunghe e forti amicizie. Il gemellaggio ci insegna anche l’accoglienza vera, aprendo le nostre case, condividendo i nostri spazi. Dal punto di vista umano, territoriale e commerciale significa arricchimento, curiosità e disponibilità ad accogliere nuove prospettive. Per gli studenti vi è  la possibilità  di praticare la conoscenza della lingua straniera. E poichè ogni linguaggio rappresenta un mondo,  allora possiamo dire che i gemellaggi aprono senza dubbio a nuovi universi di pensiero”.

Pubblicato e aggiornato: lunedì, 15 luglio 2019