Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Comunicato stampa del Sindaco Stefano Cimatti

Comunicato stampa del Sindaco Stefano Cimatti

Prendo spunto dalle notizie di stampa maturate a seguito del comunicato fatto pervenire alle redazioni dall’Assessore regionale Elena Donazzan, per  un commento di carattere istituzionale, piuttosto che di spicciola polemica, in merito all’assegnazione di un contributo di 200.000 euro alla Città di Bassano, per interventi di miglioramento del Centro Storico che abbisognerebbe, nell’applicazione, della SUA (Donazzan) massima attenzione, vista la totale disistima che dice di avere nei confronti del governo della Città, al quale addebita la particolare sofferenza per l’attuale crisi.

L’atto regionale in questione è originato dalla partecipazione ad un bando regionale, la cui competenza riguarda funzioni delegate all’Assessorato Economia e Sviluppo di Marialuisa Coppola, la quale, peraltro, ha avuto la cortesia di comunicarmi l’approvazione del finanziamento al nostro progetto, senza dare nessun tipo di condizione per quanto concerne le modalità applicative del decreto dirigenziale n. 62/2013. Trattasi, quindi,  di un decreto dirigenziale e l’asserita affermazione della Donazzan di avere “seguito personalmente il percorso in Regione del provvedimento” dimostra una intromissione in atti che non hanno alcun bisogno di “spinta politica”, in quanto determinati esclusivamente dalla graduatoria di valutazione del progetto presentato, in funzione dei parametri del bando.

Al di là della contraddizione nei termini – seguire personalmente un atto per assegnazione di un contributo ad una Amministrazione del cui governo si ha massima disistima, mentre nulla mi risulta essere stato fatto dall’Assessore in questione a beneficio della Città da quando sono stato eletto Sindaco - mi pare che l’atteggiamento istituzionale della medesima non si fondi su un principio di correttezza e di rispetto nei rapporti fra enti democraticamente eletti. Quale norma prevede – se non già quelle stabilite dal bando – che ci debba essere la sua personale supervisione nelle modalità di spesa, riservate totalmente ed esclusivamente alla competenza dell’istituzione comunale?

Prendersi cura e merito di atti di altrui competenza, ci rappresenta l’Assessore Donazzan più intenta a debordare dai suoi compiti, piuttosto che avere una visione alta e coerente degli atti che competono alla sua figura istituzionale, quale potrebbe essere stata  una battaglia qualificata in sede di Giunta Regionale a difesa del presidio ospedaliero bassanese, in occasione della presentazione delle schede che hanno riformato, di recente, la sanità veneta. Anche in questa occasione, ha preferito alludere a responsabilità di amministratori locali per le riduzioni di apicalità e tagli connessi, piuttosto che dare dimostrazione di forza e di determinazione con le quali affrontare nella sede competente (Giunta Regionale della quale fa parte) la valorizzazione del suo ruolo a difesa dell’importante presidio.

Lo scaricabarile sembra, pertanto, essere vizio e sport anche di questa nostra rappresentante, la quale dovrebbe riservare più attenzione agli atti di sua competenza che, a quanto risulta, non brillano per equanimità e scelte virtuose per lo sviluppo e la difesa della qualità dei posti di lavoro.

Pubblicato e aggiornato: lunedì, 19 agosto 2013