Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Compiti online!

Compiti online!

Tra le fatiche e le complessità che stiamo attraversando in questo delicato momento storico, i ragazzi e le famiglie della comunità bassanese sono alle prese con la didattica a distanza: videolezioni, interrogazioni da remoto, consegne e compiti su registri elettronici…

L’Amministrazione Comunale, con gli operatori di “Cantieri Giovani” e in collaborazione con i doposcuola “118… compiti”, “Spazio Alisei”, “Doposcuola Santa Croce”, “Fondazione Pirani Cremona” e “Tutor dell’apprendimento” del Tavolo dei doposcuola bassanesi, ha attivato il servizio “Compiti online”.
Con l’utilizzo della piattaforma Hangouts di Google, ragazze e ragazzi di scuola media e del biennio delle scuole superiori potranno giovare della disponibilità di ragazzi più grandi (dalla terza superiore) e di adulti volontari nello svolgimento dei compiti e nella comprensione di lezioni particolarmente difficili. Gli operatori di “Cantieri Giovani” raccoglieranno e incroceranno richieste e disponibilità, organizzando le videochiamate in appuntamenti di un’ora il martedì, il mercoledì e il giovedì dalle 14.00 alle 17.30, fino a esaurimento posti.

È davvero significativo e confortante per i nostri doposcuola poter continuare a sostenere da un lato i bisogni dei ragazzi e delle famiglie, a maggior ragione oggi, e dare possibilità dall’altro alle giovani generazioni di contribuire con la loro parte al benessere dei più piccoli. Il numero già molto elevato di disponibilità raccolte in pochi giorni tra i giovani volontari delle scuole superiori è indicativo di una forte volontà di mettersi in gioco e fare la propria parte. Con l’arrivo di altri volontari, il servizio potrà diventare ancora più prezioso ed efficace per i ragazzi che ne faranno richiesta: a questo numero (Alice, 320 2397833) si potrà dare la propria disponibilità per qualsiasi materia nella quale ci si sente maggiormente competenti (matematica e geometria sono tra le più richieste).

“In qualità di assessore credo molto in questa progettualità che mette al centro i ragazzi e i giovani e mi impegnerò al massimo perché venga potenziata e diffusa il più possibile nel nostro territorio - spiega l'assessore Mariano Scotton - L’educazione tra pari ci impone un cambio di prospettiva, dove l’adulto lascia spazio al più giovane, in un nuovo processo di sistema educativo. In questo modo possiamo potenziare le abilità individuali sia dei ragazzi più grandi che di quelli più piccoli e allo stesso tempo contrastare anche comportamenti socialmente negativi.

Partiamo dal presupposto che i giovani usano lo stesso linguaggio, per questioni di età, di status e di problematiche che sono chiamati ad affrontare, quindi è molto più facile che si crei un rapporto di positività tra di loro, rapporto che ovviamente dovrà essere sempre monitorato nel tempo.

Io stesso ho avuto un’esperienza positiva nella mia giovinezza frequentando ragazzi di qualche anno più grandi di me. Il continuo confronto mi ha permesso di crescere sia dal punto di vista motorio che nell’apprendimento scolastico.

Una progettualità che, fra l’altro, potenzia e promuove i rapporti intergenerazionali, con i più piccoli che trovano dei punti di riferimenti nei più grandi, i quali a loro volta, saranno responsabilizzati e motivati ad avere un atteggiamento positivo”.

Pubblicato e aggiornato: mercoledì, 25 marzo 2020