Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Area ex ospedale - Modifiche alla viabilità

Area ex ospedale - Modifiche alla viabilità

Cambiano la viabilità e la sosta nell’area antistante l’ex Chiesa di San Bonaventura. 

Gli interventi approvati dalla Giunta Comunale nell’ultima seduta prevedono,  in primo luogo, la chiusura dell'ingresso al parcheggio "Le Piazze" da viale delle Fosse. Ingresso ed uscita delle auto avverranno esclusivamente da Via De Blasi, nelle vicinanze della stazione ferroviaria. L’accesso da viale delle Fosse resterà aperto per i soli pedoni. 

Cambia anche l’accesso veicolare al piazzale antistante l’"Ex Ospedale" e ai parcheggi ricavati lungo le mura di viale delle Fosse che avverrà da Via Chilesotti (direzione sud-nord) con conseguente inversione del flusso veicolare sul controviale ed uscita da via dell’Ospedale.

Nel controviale, dunque, rimarranno 17 posti auto “blu”, due “verdi” per la ricarica di auto elettriche, tre posti per disabili e due spazi “rosa” per le mamme che verranno tolti dal park le piazze e spostati all’esterno. 

Il progetto prevede anche il riposizionamento delle fioriere sia sul lato di viale delle Fosse che sul quello di via dell’Ospedale. I lavori inizieranno la prossima settimana.

«Obiettivo di questo intervento - spiega l’assessore ai Lavori pubblici, Andrea Zonta - è quello di rendere sicuro l’accesso dei pedoni diretti o provenienti dal centro, creando delle vie preferenziali e togliendo la promiscuità in ingresso da Viale delle Fosse che rischiava di creare situazioni di pericolo. In questo modo, invece, riusciamo a creare una piazza che garantisca la socialità in sicurezza». «Nella ridistribuzione dei parcheggi - continua Zonta - abbiamo pensato di  creare dei posti per disabili e per le mamme esterni al parcheggio (spazi liberi non a pagamento)  ancora più vicini al centro storico».

«Questo intervento - conclude Zonta - sarà solo temporaneo in attesa di definire una nuova soluzione che preveda una riqualificazione paesaggistica dell'intero piazzale anche in prospettiva del restaro della Chiesa di San Bonaventura».

Pubblicato e aggiornato: martedì, 05 maggio 2020