Ti trovi in:

Home » Comune » Ufficio Stampa » Comunicati stampa » Approvate dalla Giunta comunale le prime misure a sostegno di attività e famiglie

Approvate dalla Giunta comunale le prime misure a sostegno di attività e famiglie

Primi interventi per fronteggiare l'emergenza Covid-19 da parte della Giunta comunale, che nella seduta di ieri pomeriggio ha approvato misure per 200.000 euro a sostegno delle famiglie e delle attività economiche chiamate a fare fronte a situazioni fino a poche settimane fa inimmaginabili.

“Dopo avere messo a fuoco i corretti percorsi amministrativi da seguire, nella Giunta di ieri pomeriggio abbiamo adottato le prime decisioni che saranno operative fin da subito e che riguardano, in particolare le agevolazioni relative agli obblighi e alle scadenze nei confronti della Pubblica Amministrazione, tenendo nel giusto conto le difficoltà che sia i singoli cittadini che la struttura produttiva e commerciale si trovano ad affrontare - spiega l'assessore al bilancio Roberto Marin - Per quanto riguarda le rette dell'asilo nido e dei servizi per l'infanzia, verrà assegnato alle famiglie bassanesi un contributo a ristoro delle spese pagate o da pagare nel periodo di chiusura, che terrà conto anche di eventuali interventi regionali o ministeriali e delle agevolazioni concesse autonomamente dagli enti gestori”.

Per quanto riguarda le attività maggiormente esposte in campo turistico-ricettivo ed enogastronomico non saranno applicate sanzioni per il ritardato pagamento del Canone di occupazione di suolo pubblico, che sarà in ogni caso sospeso fino alla durata della sospensione delle relative attività. La misura é valida anche per i commercianti dei mercati settimanali cittadini all'aperto. Il canone verrá inoltre rimborsato, in misura proporzionale alla durata delle sospensione, agli operatori che avessero già pagato in un'unica soluzione per tutto il 2020.

“Viviamo una situazione di emergenza e abbiamo trovato fin da subito grande intesa e coesione con le categorie economiche, gravemente colpite ma desiderose di intervenire in maniera propositiva per fare fronte al contingente e ragionare già sul futuro” sottolinea l'assessore Stefania Amodeo.

Sospesa anche l'applicazione della tassa di soggiorno daII’8 marzo al 31 maggio 2020 nonché tutti  gli adempimenti in materia di comunicazione, denunce e utilizzo della piattaforma, sempre sino al 31 maggio 2020.

Pubblicato e aggiornato: mercoledì, 18 marzo 2020